Finisce l’avventura: il Puma si arrende contro Trento ed è fuori dai play-off

Le monregalesi giocano un grande primo set, poi però subiscono la rimonta avversaria. La stagione delle rossoblù finisce qui.

Finisce nel peggiore dei modi, la Lpm Bam Mondovì si arrende, in casa, a Trento per 3-1, e fallisce l’approdo ai play-off promozione. Tensione altissima per l’ultimo appuntamento della “pool” al PalaManera. La Lpm Bam Mondovì ospita la corazzata Delta Informatica Trentino, in una gara assolutamente da non fallire per entrambe le formazioni. Coach Davide Delmati presenta in campo dal primo minuto il sestetto “tipo”, con Valpiani e Zanette sulla diagonale, Rebora e Tonello al centro, Schlegel e Biganzoli in banda e Agostino libero. Trento è reduce da addirittura 9 vittorie consecutive, ma in avvio si mette subito in evidenza il Puma, che passa a condurre sul 6-4 grazie all’attacco vincente di Schlegel. La ricezione sballata di Biganzoli permette alle ospiti di pareggiare il conto, poi però Rebora mette il turbo, piazza quattro punti consecutivi e trascina le rossoblù sul 10-6. Il buon momento della Lpm prosegue e Schlegel mette a terra l’ace del 12-7, prima del mani-out di Zanette che vale il 14-8. Trento va in difficoltà, mentre Mondovì acquista sicurezza e cresce sul piano dell’incisività, fino alla bomba di Zanette per il 21-13. Sul finale, ancora tutto facile per il sestetto locale: altra staffilata di Zanette e 25-14 che porta il Puma in momentaneo vantaggio. Nel secondo set, Biganzoli trova lo spiraglio giusto per il 4-3 e Tonello fissa il 7-4, poi però le ospiti cambiano marcia, pareggiano il conto (8-8) e passando a condurre con il muro di Fiesoli, sul 9-13. Per la Lpm Bam la strada diventa tutta in salita e questa volta è Trento a prendere il largo (11-16). Coach Delmati cerca di interrompere il trend e inserisce Valli in banda al posto di Biganzoli, ma le avversarie sono ormai lanciate e volano sul 17-25. Nel terzo set il Puma torna in campo senza il capitano, alle prese con qualche problema al ginocchio, ma parte subito bene, con l’ace di Rebora e il muro di Valli che portano al 5-2. La reazione di Trento comunque non si fa attendere e permette alle ospiti di ribaltare la situazione (7-11). Mondovì fatica in attacco, mentre le avversarie difendono tutto e aumentano la precisione sulle palle alte, portandosi sul 9-15. Il Puma prova a reagire e Valli trova un paio di soluzioni interessanti, che riducono il divario fino al 14-17. Le locali tornano allora a crederci, ma Trento riesce comunque a mantenersi a distanza di sicurezza (17-20). Nonostante la prova tutta cuore e grinta del Puma sul finale, l’ultima parola spetta però alle ospiti: 21-25. Il quarto game si apre in sostanziale equilibrio (7-7). Le due squadre lottano alla pari per lungo tempo, poi però è ancora Trento a conquistare un paio di lunghezze di margine (10-13). Mondovì non vuole mollare la presa e lotta con tutte le energie disponibili, affidandosi al braccio armato di Zanette, ma le avversarie restano avanti, anzi allungano ancora sul 15-21. Sul finale, Valli prova a mantenere accese le speranze con l’attacco del 18-22, ma Trento ormai è lanciato e si impone sul 21-25 con Mc Clendon. La stagione della Lpm Bam Mondovì termina qui, tra le lacrime di delusione delle ragazze, che ci hanno creduto fino alla fine. Niente da fare, ai play-off ci vanno Orvieto e Caserta, che hanno lottato con noi fino all’ultimo minuto per la conquistare l’obiettivo.

Contemporaneamente, Perugia vince ad Orvieto al tie-break ed è promossa direttamente in A1. Trento chiude a pari punti, ma è comunque seconda (perché ha una vittoria in meno) e si giocherà tutto ai play-off.

FOTO DI MARCO MARENGO

LPM BAM MONDOVì        1
DELTA TRENTINO 3

parziali. 25-14; 17-25; 21-25; 21-25