Titolo di “monsignore” per sette sacerdoti a Mondovì. Un segno di riconoscenza, dice il vescovo

Messa crismale, giovedì mattina in Cattedrale

Un applauso ha sottolineato il momento in cui il vescovo mons. Egidio Miragoli, al termine della solenne Messa crismale, giovedì mattina in Cattedrale, ha letto i nomi dei sette sacerdoti monregalesi cui – come era già stato annunciato dal nostro giornale – è stato assegnato il riconoscimento che consente di fregiarsi del titolo di “monsignore”. E c’erano tutti e sette in presbiterio a prendere parte alla celebrazione eucaristica di inizio triduo pasquale. Ne sono stati insigniti – su proposta del vescovo – don Meo Bessone, don Efisio Caredda, don Luigino Galleano, don Gian Piero Dall’Orso, don Mario Ravotti, don Mario Silvano Restagno e don Mario Rizzo. Il vescovo stesso ha ribadito di essere consapevole del fatto che qualcuno possa ritenere superato od esclusivamente esteriore questo titolo, che invece può essere interpretato come un segno anche visibile, per esprimere riconoscenza e gratitudine a fronte di un ministero pastorale spalmato in diverse forme ed i vari ambiti, all’interno della vita della diocesi, ove tutti si è utili, nella “vigna del Signore”. E sono sacerdoti pressochè tutti di lungo corso, annoverati tra i più anziani in diocesi e in certa misura ancora impegnati ed operosi, con generosità e tenacia.