Volley: in arrivo a Mondovì 500 ragazze per il Torneo della Ceramica

49 squadre giovanili impegnate. Gare a partire da venerdì mattina. Le finali, sabato pomeriggio al PalaManera

Dopo il grande successo delle passate edizioni, la Lpm Pallavolo Mondovì ripropone anche quest'anno il Torneo della Ceramica, competizione giovanile in scena in diverse palestre del Monregalese, dalla mattina di venerdì  19 al pomeriggio di sabato 20 aprile. Quest'anno saranno addirittura 49 le squadre che calcheranno i 15 campi allestiti dai volontari a Mondovì, Carrù, Villanova, Vicoforte, Crava e Magliano Alpi. Oltre 500 giovani atlete, si sfideranno in circa 150 gare, divise nelle categorie Under 12, Under 13, Under 14 ed Under 16. Il fischio d’inizio è previsto per le ore 9 di venerdì, mentre le finali si svolgeranno nel pomeriggio di sabato. Le premiazioni di tutte le formazioni andranno in scena al PalaManera, dopo la finalissima della Under 16 (ore 16.30).

Lotteria "Lucky Volley"

Per il sesto anno, legata al Torneo del Ceramica, torna la lotteria rossoblu. L’estrazione della “Lucky Volley - Lotteria sotto rete” avverrà al termine della finale, sabato pomeriggio. Oltre a permette di tentare la fortuna per aggiudicarsi i fantastici premi in palio, questa iniziativa sostiene le attività della Lpm pallavolo Mondovì, legate alla promozione dell’attività giovanile. La società monregalese ringrazia Sandro Lattes, Denver Srl, campioni.cn, NaturaSì di Mondovì, Mikasa, L'Unione Monregalese e Cantina Clavesana, per la preziosa collaborazione dimostrata per questa iniziativa.

Sport e solidarietà per la "Casa do Menor"

Come ormai da tradizione, durante il Torneo della Ceramica, la Lpm Pallavolo Mondovì unisce lo sport alla solidarietà. In occasione delle premiazioni, verranno consegnati ai referenti locali della “Casa do Menor Italia” di don Renato Chiera, i tappi di plastica raccolti durante tutta la stagione dalle famiglie delle "pumine". L’associazione si occuperà poi di portare quanto ricevuto in una fabbrica specializzata nel riciclo.

FOTO DI LUCIANO PECCHENINO