Ceva: lunga operazione di soccorso per aiutare una donna bloccata in casa

di RAFFAELE SASSO

Ci sono volute una ventina di persone, fra Vigili del fuoco, personale del 118 della Croce Rossa di Mondovì e assistenti sociali, per portare a termine un complicato intervento di “soccorso”, venerdì pomeriggio della settimana scorsa, in centro a Ceva. Un soccorso messo in atto per permettere ad una donna di poco più di 45 anni, afflitta da un grave problema di deambulazione e dal peso di oltre 100 kg, di “riacquistare” la propria libertà. Già perché viveva in un alloggio, assegnatole dallo Iacp (Istituto autonomo Case popolari), al terzo piano dello stabile. Per lei, con difficoltà di movimento, una vera “prigione”, senza poter uscire e spesso anche con problemi di movimento nello stesso alloggio. Tanto che in questi quattro mesi dell’anno sono stati una mezza dozzina gli interventi dei Vigili del fuoco e del 118.

ULTERIORI PARTICOLARI SU L'UNIONE MONREGALESE DEL 24 APRILE 2019

Ipercoop sottocosto settembre 2019