La Diocesi di Mondovì uscirà anche dall’Istituto “Casati”

Era un passo atteso, dopo la scelta presa con la casa di riposo "Sacra Famiglia" e la Colonia agricola "Beila"

Casati Mondovì

La lettera ufficiale è arrivata nei giorni scorsi, ma il passo era atteso da mesi: la Diocesi  di Mondovì ha comunicato all'Istituto "Casati-Baracco" di voler chiedere una modifica dello Statuto per escludere il rappresentante vescovile dalle nomine del CdA. Oggi, su cinque consiglieri di amministrazione, uno spetta alla Diocesi. L'incarico è ricoperto da Daniele Camperi.

Vuoi essere sempre aggiornato sulle news di Mondovì e dintorni?
CLICCA QUI e iscriviti alla nostra newsletter

Il prossimo CdA si insedierà presumibilmente in autunno, con l'inizio del nuovo anno scolastico. Il presidente del CdA, Giorgio Bertolino: «Non posso che prendere atto della scelta, che ormai era attesa visto che la Diocesi ha preso la medesima decisione in altri Enti  come la casa di riposo "Sacra Famiglia" o la Colonia agricola "Beila". Con il dott. Camperi c'è stata un'ottima collaborazione in questi mesi». Ancora da decidere chi sarà l'Ente che prenderà il posto della Diocesi nel nuovo cda.