Vicoforte: 20 anni di Cubri, un pub diventato storia

Il locale di Vicoforte celebrerà l’evento sabato 25 maggio, con buona musica e tanta birra

di ALESSANDRO BRIATORE

Sabato 25 maggio a partire dalle ore 18,30 nello storico pub situato presso gli impianti sportivi di Vicoforte si festeggeranno i vent’anni di una attività che ha saputo diventare nel tempo una vera e propria “istituzione”. Come da tradizione e sperando in una giornata dal sapore finalmente primaverile il Cubri celebrerà la ricorrenza tra fiumi di birra, cocktail, panini, carne e tanta buona musica. La serata sarà infatti accompagnata dalla esibizione live degli “Hellgeist” e dei “Senza Filtro” per poi terminare con “DJ Koki” e i suoi vinili.
Un’avventura nata quasi per scherzo tra due amici, l’allora venticinquenne Maurizio Garelli da tutti conosciuto come “Bri” e Marco Cosmi detto “Cuz”, che decisero di provare a condurre il locale di proprietà comunale: «I miei genitori già gestivano quello che era il bar d’appoggio agli impianti sportivi – ha raccontato “Bri” –. Decidemmo di provare a prenderlo in gestione noi e trasformarlo in qualcosa di diverso, un tipo di locale che nella zona non esisteva e che ancora oggi rimane uno dei pochi veri pub del Monregalese. Anche il nome che gli attribuimmo nacque per gioco dall’unione dei nostri soprannomi e mai ci saremmo immaginati potesse diventare così conosciuto». Il pub aprì i battenti il 27 maggio del 1999 e subito venne inaugurata la prima rassegna musicale dedicata alla musica rock suonata dal vivo, che fino al 2014 ha visto alternarsi le più acclamate band della zona e non solo. Quella che non è mai mancata è sicuramente una continua voglia di crescere e migliorarsi: lo dimostra l’acquisto nel 2017 del “Cubri on the road”, un carrello alimentare dotato di spillatori, piastra e friggitrice che ha saputo esportare i sapori del nostro pub fuori dai confini vicesi partecipando a numerose sagre in giro per il Piemonte o come supporto a eventi privati.

Leggi tutta l'intervista su "L'Unione" in edicola.

Cultura a porte aperte 2019