Ditta di Bene Vagienna costruisce il nuovo megastore gonfiabile di Valentino Rossi

Progetto futuristico della “Fly In” di Mauro Oggero. Il “gonfiabilone” per il merchandising del campione, più ospitare 300 persone e consuma appena come due lampadine.

Il nuovo progetto della “Fly In” di Bene Vagienna è davvero rivoluzionario. L’azienda di Mauro Oggero, leader nella creazioni di enormi strutture gonfiabili e non solo, continua a stupire a suon di realizzazioni sempre più impressionanti e a bassissimo impatto energetico. L’ultima “creatura” della “Fly In” è il nuovo megastore di Valentino Rossi, un “gonfiabilone” di dimensioni gigantesche (circa 200 metri quadri calpestabili), montabile e smontabile in pochissimo tempo, che d’ora in poi ospiterà tutto il merchandising del campione di Moto Gp e che seguirà Rossi in giro per il globo, in ogni gara del Motomondiale. Il megastore verrà presentato ufficialmente nel week-end dell’1 e 2 giugno, al Mugello, durante il Gran premio d’Italia e queste sono le sue principali caratteristiche: la struttura è altamente tecnologica, con uno “scheletro gonfiabile” in grado di ospitare 300 persone ed è dotata di un rivestimento personalizzato, sostituibile in sole due ore (se, ad esempio, tra qualche tempo dovessero cambiare le grafiche o i loghi legati a Rossi). Il megastore si gonfia in 15 minuti, consuma 380 watt/h, quanto due lampadine e usa pressurizzatori silenziosissimi. Una volta sgonfiato, occupa soltanto 2 metri cubi e viene riposto in apposite sacche. «Questo incredibile risultato – commenta Oggero – è stato possibile grazie a 700 ore di progettazione, test ingegneristici e alta sartoria. Siamo davvero molto orgogliosi del “risultato finale”!». Non solo, a dimostrazione della grande attenzione dell’azienda benese verso l’ambiente, il megastore è inoltre realizzato interamente con materiali riciclabili e la struttura è cucita interamente a mano. La stessa “Fly In” aveva già realizzato anche il megastore precedente di Valentino Rossi, che in questi giorni appunto è andato in pensione, lasciando spazio al suo nuovissimo ed ipertecnologico successore (più grande, più moderno e più… “green”).

Oggero: «Valentino voleva una struttura pratica e sostenibile»

«Le classiche tensostrutture sono ingombranti nel trasporto e richiedono tempi troppo lunghi nell’allestimento – aggiunge Oggero –. Quando sei in giro tra un GP e l’altro il tempo però è una variabile preziosa, non solo per chi è in pista. Il Team di Valentino aveva bisogno di praticità nel trasporto e rapidità nel montaggio. Nel 2016 abbiamo realizzato per loro il primo megastore, tuttora in perfette condizioni, ma dopo oltre quattro anni di gare, il team di VR46 aveva bisogno di una struttura ancora più grande e con plus innovativi. Praticità e sostenibilità della struttura erano aspetti determinanti per il Team di Rossi».

Tra le ultime creazioni una… Tour Eiffel d’oro

130 anni dopo l’apertura al pubblico della Tour Eifell, Maurizio Cattelan e Pierpaolo Ferrari hanno reinterpretato il monumento simbolo di Parigi, creando una nuova opera d'arte unica nel suo genere: 15 metri d'altezza, 560 metri quadri di poliestere laminato oro e oltre 350 ore di progettazione e alta sartoria, ovviamente il tutto realizzato da “Fly In”.