La Lega di Mondovì: «Se metà dei nostri elettori avessero dato la preferenza a Tealdi, ora avremmo un consigliere in Regione»

lega mondovì tealdi

I monregalesi “che se ne intendono”, lo dicevano: «Arrivare a mille voti è un conto, ma questa volta superare i duemila è difficile». Infatti ce l’hanno fatta solo loro due, Paolo Bongioanni e Guido Tealdi. Sono i due candidati monregalesi più votati. Tanto che per Bongioanni, direttore ATL Cuneo e candidato con Fratelli di Italia, si spalancano le porte di Palazzo Lascaris a Torino.

Nulla da fare invece per Tealdi, consigliere comunale a Mondovì: la sua Lega fa il superbotto, ma le sue 2.166 preferenze non bastano a scalare la classifica interna, dominata dai colleghi Luigi Icardi (il cuneese più votato in assoluto) e Paolo Demarchi. La Lega fa due seggi, lui è il quarto in classifica. Mentre il bottino di Tealdi è incentrato per un terzo sulla città di Mondovì (782 preferenze, è il più votato), quello di Bongioanni (2.261 preferenze in tutta la Granda) è diffuso su tutta la provincia. Buon risultato per Tealdi anche a Villanova, ben 273 voti.

Sul punto, interviene il segretario cittadino della Lega Diego Boetti: «Il Monregalese ora è a trazione leghista. Il risultato delle elezioni regionali è la conseguenza di una politica nazionale che funziona e che piace alla gente. La Lega ha raccolto quasi il 40% a Mondovi, il 50% a Villanova e percentuali bulgare in tutto il monregalese; come segretario del carroccio non posso che essere fiero del risultato ottenuto, è la dimostrazione che il buongoverno paga! Mi dispiace molto per l'amico Tealdi che, nonostante il grande risultato ottenuto, non siederà in Regione. Un'occasione persa non solo per la Lega, ma per il monregalese e per Mondovi: se metà delle 3.500 persone che hanno dato fiducia al capitano Salvini avessero scritto anche il nome di Tealdi, forse avremmo avuto un ulteriore rappresentante in Regione. Invece, in caso di bisogno, ci dovremo affidare ad altri partiti o a rappresentanti di altri territori, consci che poter parlare con un leghista di Mondovi sarebbe stata tutta un altra cosa».

Il consigliere leghista Luigi Icardi, nella "sua" Santo Stefano Belbo, ha preso 1.376 preferenze su 1.488 voti dati alla Lega. Tealdi, a Mondovì, ha raccolto 782 preferenze su 3.499 voti dati alla Lega.