A rotta di collo da Piazza a Breo: domenica torna la Mondovì Urban Downhill

mondovì urban downhill

A rotta di collo da Piazza a Breo: domenica 9 giugno torna la Mondovì Urban Downhill. Un evento sportivo di nicchia, ma assolutamente da non perdere.

Sarà spettacolo vero e non solo per modo di dire: oltre 130 super atleti andranno giù a rotta di collo in bici cimentandosi nella specialità del downhill, ma appunto urbano perché invece che sulle discese delle montagne si corre su strade e stradine cittadine. E Mondovì è una cornice perfetta per questo sport: partenza della prima manche domenica ore 13 e la naturale conformazione della città con la parte alta, Piazza, a fare da punto di partenza e Breo come punto d’arrivo, rende ancora più godibile la gara. Si scende a velocità che possono toccare i 70-80 chilometri orari. Via dal Belvedere, di fronte allo splendido panorama che si apre sotto la Torre, si sgomma in piazza Maggiore, meraviglioso e specialissimo teatro per una corsa di downhill, si supera la scalinata appena sotto la fermata della funicolare, si scende a fianco delle rotaie (compreso un super salto costruito appositamente), per poi involarsi fino in Piandellavalle, in piazza Santa Maria dove sarà sistemato il traguardo.

IL CIRCUITO
La tappa monregalese dello urban downhill è la seconda della Coppa Italia. La prima si è svolta a Toscolano Maderno (Brescia), le altre andranno in scena a Varzi (Pavia) e Santa Margherita Ligure (Genova). Circa 150 metri di dislivello nella prova di Mondovì, per 1.500 metri di lunghezza

A rendere possibile questo evento cult è la Associazione Ready 4 Bike, con la Ready2 Bike, che cercò già nel lontano 2007 di portare l’urban downhill a Mondovì, ma senza esito. Finalmente lo scorso anno, anche grazie al fondamentale supporto dell’Assessorato allo Sport del Comune di Mondovì, il sogno è diventato realtà e quest’anno si celebra la seconda edizione. Saranno presenti atleti dal nord e centro Italia e, ovviamente, l’evento sarà anche una grande occasione promozionale per la città. Il “guru” di questo vivace e attivo movimento è il pluricampione Andrea Bruno, che sarà sicuramente presente alla gara. Con lui tanti appassionati che vogliono far conoscere al grande pubblico questa specialità che, nel caso di Mondovì, raccoglie atleti di downhill e di enduro. Non mancheranno eventi collaterali come l’esposizione di biciclette e materiale tecnico da parte di Tribe e la presenza dei responsabili dei due bike park locali (Monte Alpet e Viola St.Gréé) dove chi vuole avvicinarsi a questo sport può muovere i primi passi.

La gara si svolge su due manches: la prima prenderà il via alle 13, la seconda intorno alle 14,30. Verrà preso in considerazione per la classifica finale il migliore dei due tempi ottenuti. Gli atleti partiranno ogni 30 secondi (gestione della gara da parte della CronoTorino), quindi lo spettacolo sarà continuo e senza sosta. Dal Belvedere a piazza Santa Maria in meno di 3 minuti, tutti d’un fiato. Il downhill è uno sport assai tecnico che richiede grandissime doti tecniche e fisiche. Ma gli atleti non chiamateli “pazzi”, ci tengono a sottolineare gli organizzatori. Ogni partecipante è preparato, allenato, abituato a salti e velocità e cerca di ridurre al massimo rischio pur con una bella dose di adrenalina.

Caseificio Tramonti Formaggi freschi Mozzarella