Cubri’s American Day: al Santuario tornano a rombare i motori americani

A Vicoforte nel week-end la nona edizione dell'evento organizzato dal FOAM

Cubri American's Day

Vicoforte si sta preparando ad accogliere migliaia di cultori o semplici curiosi attirati dalla voglia di riscoprire la cultura americana. Attesi centinaia di mezzi made in USA tra automobili, truck e motociclette. Gli alberghi della zona sono ormai prenotati da giorni per un evento capace di attirare appassionati da ogni parte d’Italia. Merito del F.O.A.M. Club (Friends of American Motors) e del suo attivo presidente Maurizio Garelli che ha saputo far crescere in maniera esponenziale l’evento facendolo affermare come uno dei più importanti nel suo genere in tutto il nord Italia. Appuntamento quindi nell’area fieristica del Santuario a Vicoforte, lungo la SS 28, a partire da venerdì 14 giugno. Si inizia alle 18 con l’aperitivo a base di Spritz per poi proseguire con la serata country a cura dei “Dancer for fun”, gruppo che si dedica alla divulgazione della forma di ballo tipica di tutto il south degli Stati Uniti, meglio conosciuta come Country Western Line Dance. Per tutta la serata, verranno naturalmente garantiti il servizio bar e ristoro. Sabato 15 giugno alle ore 10 inizieranno le iscrizioni mentre alle ore 11 verrà ufficialmente inaugurata la manifestazione con la presenza delle autorità. Nel pomeriggio l’evento entrerà nel vivo con le divertentissime prove di “wheelbarrow”, gara di carriole a spinta simili agli hot rod ideata proprio dal F.O.A.M. Club. A partire dalle 21 i coinvolgenti concerti live del giovane musicista di Ivrea Nick Mantoan e degli scatenati Bad Bones, gruppo musicale ispirato alle band storiche nella scena hard & heavy. Allieterà la serata Jane Ivory con il suo sensuale spettacolo burlesque. Domenica, dalle 12.30, imperdibile appuntamento con l’ottavo contest dedicato alle affascinanti “pin up” che sfileranno tra i potenti motori americani accompagnate dalle note vintage di DJ Koki. «Verrà esposto il “DRAGone”, primo dragster costruito in Italia, su progetto interamente italiano di Aldo e Franco Canina, apparso su moltissime testate giornalistiche, specializzate e non – ha dichiarato orgoglioso Maurizio Garelli, per tutti “Bri” –. Quest’anno aumenterà anche il numero degli street food con stand selezionati che proporranno il tradizionale cibo americano». Per avere ulteriori dettagli è possibile fare riferimento al sito www.foam-club.it oppure sulle pagine Facebook dedicate.