Il Gruppo Psc acquisisce l’Alpitel di Nucetto

L’impegno per garantire i livelli occupazionali, in modo particolare, nella provincia di Cuneo

L’Alpitel di Nucetto
L’Alpitel di Nucetto

Il Gruppo PSC, attivo in Italia nel settore dell’impiantistica tecnologica per grandi infrastrutture, acquisisce l'Alpitel di Nucetto, azienda specializzata in alta tecnologia per impianti e reti di telecomunicazioni. «Un nuovo passo verso il polo nazionale dell’impiantistica avanzata, con una forte proiezione internazionale» scrivono dal Grippo. PSC è, infatti, già presente in Qatar, Russia e Sud America. «L’ingresso di Alpitel consentirà di rafforzare la caratura internazionale proprio nel continente latino americano, grazie alla presenza di Alpitel in Brasile. Una scelta che favorirà l’aggregazione con altre realtà locali».
«Con l’acquisizione dal parte del Gruppo PSC dell'Alpitel di Nucetto, l'azienda fa salire il portafoglio ordini a 1,2 miliardi di euro. Con una stima di fatturato per il prossimo anno di 400 milioni di euro». L’impegno del Gruppo PSC è di garantire i livelli occupazionali dell’Alpitel su tutto il territorio nazionale ed, in modo particolare, nella provincia di Cuneo. «E non solo per gli accordi societari, ma anche per la valorizzazione dell’alta professionalità e conoscenza tecnica delle maestranze».

Il Gruppo Psc

PSC, attiva in Italia e all’estero e forte di una tradizione di 60 anni, opera attraverso quattro business unit per clienti dal respiro internazionale e, in modo diretto, con partner quali Enel, RFI, Trenitalia, Fincantieri, OpenFiber in settori come tecnologie ferroviarie, navali, antincendio e delle reti di energia. Oggi il Gruppo PSC - controllato da PSC Partecipazioni S.p.A., holding della famiglia Pesce – è partecipato per una quota del 9,6% del capitale da Simest e per una quota del 10% da Fincantieri tramite un accordo di Investimento e Collaborazione Industriale e presenta un portafoglio ordini di oltre 700 milioni di euro. Nel 2018 ha registrato una produzione di circa 200 milioni di euro con un EBITDA di 21 milioni di euro con più di 900 dipendenti.

Vuoi essere sempre aggiornato sulle novità?Iscriviti gratis alla nostra newsletter

Ipercoop sottocosto settembre 2019