Ipercoop sottocosto settembre 2019

Mostra del Fungo: Ceva si veste a festa

Due week-end davvero intensi. La città si prepara ad accogliere migliaia di visitatori

Mostra del fungo: Ceva si veste a festa
Mostra del fungo: Ceva si veste a festa

Mostra del Fungo: Ceva si veste a festa. Sono i giorni più attesi, quelli in cui si celebra sua maestà il “fungo”. Ceva è pronta ad accogliere migliaia di persone per il suo evento di maggior rilievo: la Mostra nazionale del fungo. Saranno due week-end intensi, il 14, 15, 21, e 22 settembre. Il grande evento, per cui tutta la città si sta mobilitando, è stato presentato ufficialmente presso la sede della Fondazione CRC a Cuneo giovedì.
«Si tratta di una delle rassegne micologiche – spiega Giorgio Raviolo presidente del Gruppo micologico cebano – più importanti a livello nazionale ed europeo, dal punto di vista scientifico. Ogni anno vengono esposte centinaia di specie di esemplari freschi, classificati dai più quotati studiosi del settore, italiani e stranieri. Micologi che hanno nell’evento cebano un appuntamento irrinunciabile di confronto e scambio scientifico. Poiché la Mostra è una delle dodici manifestazioni in provincia di Cuneo che la Fondazione Crc sostiene in maniera peculiare, la presentazione è avvenuta proprio nella sua sede».

Oltre a Raviolo erano presenti il vice sindaco di Ceva Lorenzo Alliani e ovviamente il padrone di casa, il presidente Giandomenico Genta, che ha spiegato: «La Fondazione CRC sostiene la Mostra del fungo, una manifestazione storica che garantisce visibilità a livello nazionale non solo al territorio cebano, ma a tutta la nostra provincia. Un sostegno che negli ultimi anni si è trasformato sempre più in un dialogo aperto e in un confronto con gli organizzatori per promuovere una continua evoluzione di questo appuntamento, che quest’anno presenta un programma davvero ampio e articolato, ricco di novità e appuntamenti di grande interesse».

Mostra del Fungo: Ceva si veste a festa

«Oltre a sottolineare l’importanza scientifica della manifestazione, fra le principali in Europa per rilievo micologico – ha spiegato il vice sindaco Alliani – l’occasione ha permesso di illustrare il ricco programma proposto dal Comune, in collaborazione con varie Associazioni cebane. Il “Fungo d’oro” quest’anno andrà al neo presidente della Regione, Alberto Cirio. Come sempre la cerimonia di consegna avverrà durante l’inaugurazione della Mostra prevista per sabato 14 settembre alle 18».

Tanti gli eventi di particolare evidenza: la 40° edizione delle Giornate micologiche (11-14 settembre), il ritorno del concorso “Miss Fungo” (venerdì 13 settembre), l’esposizione di funghi freschi e liofilizzati sotto i portici di via Marenco (14-15, 21-22 settembre), la mostra di erbe aromatiche e spontanee (14-15, 21-22 settembre), l’”Anfiteatro del re Fungo” con la “Piazza dei Sapori” (mercato 14-15, 21-22), i fuochi d’artificio (sabato 14), la cerimonia del Premio letterario internazionale Marchesato di Ceva (sabato 14 settembre, ore 15), l’Isola del miele, le visite guidate al Forte di Ceva, il treno storico Ceva-Ormea (15 settembre), sbandieranti e tamburine dei Sestieri di Ventimiglia (15 settembre, alle 15), la “Prova del cuoco” per scegliere il raviolo al fungo di Ceva (mercoledì 18 settembre, alle 21, piazza del Municipio), oltre alle conferenze a tema micologico, spettacoli di danza, musica, canto, teatro e cabaret, iniziative sportive, street food.

Programma

Dopo le giornate micologiche organizzate, ormai da 40 anni, dal Gruppo micologico, venerdì 13 settembre in Biblioteca, la conferenza micologica, alle 18. Venerdì 13 settembre in piazza Vittorio Emanuele II sul palco il concorso di bellezza “Miss Fungo 2019”.
Si arriva quindi al giorno della rassegna micologica: sabato 14 settembre in via Marenco sarà allestita l’esposizione di funghi freschi e liofilizzati e non solo, a cura del Gruppo Micologico Cebano “Rebaudengo-Peyronel”. Alle 15 in Biblioteca premiazione per il 4° Premio letterario internazionale “Marchesato di Ceva” a cura Comitato culturale “La Superba”.
Alle 18 in piazza Vittorio Emanuele II inaugurazione della Mostra, presentata dalla giornalista Paola Scola. Nell’occasione: consegna del “Fungo d’oro” ad Alberto Cirio, presidente della Regione Piemonte, annuncio dell’assegnazione del Premio “Sentinella glocal del territorio”, quindi la pergamena di socio onorario del Gruppo micologico 2019, le presentazione del tradizionale piatto commemorativo disegnato da Maurizio Galliano, il gemellaggio del Fungo di Ceva con il Vino Dogliani, la premiazioni delle fedeltà associative di Confartigianato Imprese Cuneo.

Il tutto piacevolmente accompagnato da una esibizione della Banda musicale cittadina. Sempre nel pomeriggio aprirà la “Piazza dei sapori” con stand gastronomici e in piazza Gandolfi “L’anfiteatro del re del fungo”.

La sera, fuochi d’artificio alle 22,30, dal Campanone, musica con “Sound Good” e dalle 23 musica da discoteca. Domenica 22 in via Marenco la rassegna micologica continua così come “Piazza del Sapori” e “L’Anfiteatro del re fungo” ovvero l’area di vendita di funghi e tartufi nonché di stand gastronomici. Dalle 12 inoltre polenta a funghi sarà preparata alla Brenta, mentre si gusterà la polenta saracena in corso Garibaldi a cura della Pro loco di Priola. Dalle 9 alle 18, sotto ala Municipio sarà presente lo stand del Teatro “Marenco” con prevendita degli abbonamenti della prossima stagione. Sarà anche presente lo stand di “Ceva nella storia” con possibilità di prenotare le visite guidate al Forte e alla città di Ceva (c’è un servizio navetta per il Forte).

Il treno storico

Alle 10,30 alla Stazione di Ceva arriverà il treno storico diretto a Ormea. Partirà quindi il trekking verso il Forte comprensivo di lunch-box all’arrivo. Sempre domenica 15 dalle 10 alle 16 sotto l’ala del Municipio laboratorio “Nonna siediti, oggi cucino io”. Alle 16 presenza di Telecupole con gli sbandieranti e le tamburine dei Sestieri di Ventimiglia. Dalle 14 alle 18 presso il Campanone di Ceva “Campanone su e giù” a cura del Cai giovanile.

Gli eventi della seconda settimana

Da lunedì 16 settembre si aprono gli eventi della seconda parte del Mostra. Alla sera in piazza del Municipio spettacolo di danza della Scuola “El fuego latino”; martedì 17 “Festival della Canzone” e mercoledì attesissima serata “Prova del cuoco” con protagonista il raviolo cebano ai funghi, con Paolo Pavarino e Andrea Bertolino, presenta Aldo Viora (la Pro loco è presente con un gustoso stand gastronomico).

Giovedì 19 settembre sempre in piazza Municipio arriva Sergio Sgrilli comico di Zelig, in accompagnamento lo street food. Venerdì protagonisti gli allievi della Scuola di danza di Alessandra Giovana. Sabato 21 e domenica 22 settembre continua la rassegna micologica.

Vuoi essere sempre aggiornato sulle novità? Iscriviti gratis alla nostra newsletter

Cultura a porte aperte 2019