Mondovì: Consiglio comunale in corso – SEGUI LA DIRETTA VIDEO

Lunedì 30 settembre esordisce il nuovo "look" dell'aula consigliare del Comune di Mondovì: il seggio del presidente Elio Tomatis è stato "traslato" alle spalle del tavolo della Giunta.

LA DIRETTA VIDEO - Dalla pagina Facebook ufficiale della Città di Mondovì

Parte 6

Gepostet von Città di Mondovì am Montag, 30. September 2019

Parte 5

Gepostet von Città di Mondovì am Montag, 30. September 2019

Parte 4

Gepostet von Città di Mondovì am Montag, 30. September 2019

Parte 3

Il Consiglio Comunale in diretta _parte III

Gepostet von Città di Mondovì am Montag, 30. September 2019

Parte 2

Gepostet von Città di Mondovì am Montag, 30. September 2019

Parte 1

Il Consiglio Comunale in diretta.

Gepostet von Città di Mondovì am Montag, 30. September 2019

IL RICORDO DI BADUERO

Il Consiglio comunale si è aperto con un ricordo dell'ex consigliere comunale Bruno Baduero, scomparso la scorsa settimana. Luciano D'Agostino, consigliere di minoranza che nel mandato 2012-2017 era vicesindaco e "collega" di Baduero nella lista di Mondovì Attiva, ha letto un suo ricordo: «Ha sempre partecipato alla vita amministrativa. Tutti ricordano il suo attaccamento alla frazione di Sant'Anna». Si è accodato Roberto Ganzinelli, consigliere di maggioranza.

IL CASO MONDOACQUA

La discussione del punto 1, l'approvazione del bilancio consolidato, si svolge senza intoppi. Interviene il consigliere di minoranza Gianpiero Caramello, che chiede spiegazioni sulla mancata approvazione del bilancio di Mondoacqua. L'assessore Rizzola risponde ribadendo quando già fatto presente mesi fa, ovvero il fatto che l'azienda sta attendendo il parere tecnico sulla "riparametrazione" - DI CHE SI TRATTA? LEGGI QUI.

DIBATTITO SUL BORGHELETTO

Si apre invece il dibattito sul punto 2, ovvero la variazione di bilancio che fa slittare al 2020 alcuni interventi, tra cui il finanziamento per il Borgheletto (promesso ma mai mai arrivato dal Governo) e il finanziamento per la pista ciclabile che dovrebbe "girare" attorno a Sant'Anna. Stefano Tarolli, PD, interviene sul Borgheletto: «Non mi aspettavo un ulteriore rinvio». L'assessore Robaldo risponde riassumendo la vicenda: «Dopo aver avuto garanzie in un primo momento, tutto si è fermato. Abbiamo chiesto notizie all'allora sottosegretario Giorgetti, senza ottenere risposte. Poi la vicenda è finita in mano al Dipartimento delle Pari Opportunità: ignoro la ragione. Ci fu spiegato che c'erano difficoltà burocratiche. So di città che hanno rinunciato a questi fondi, quindi potremmo anche sperare di slittare in avanti nella graduatoria. Speriamo di riuscire a "star dietro" a tutti questi cambiamenti».

GLI EDIFICI VUOTI DI PIAZZA

Il punto più atteso è quello sull'istituzione della Commissione consigliare speciale che andrà a occuparsi degli edifici vuoti della città, in primis del rione di Piazza, per valutare l'eventuale riconversione in edifici per ospitare l'Alberghiero (o più in generale le Scuole superiori). Una proposta che viene dal Circolo PD monregalese, come il presidente Elio Tomatis ha rimarcato: «Diamo a Cesare quel che è di Cesare – ha detto –. Sicuramente ci saranno momenti in cui non ci saranno tutte le risposte, ma credo che questo sia un bell'esempio di comunione di intenti. La serietà dell'intento è trasversale e comune a tutti. Mi auguro che si raggiunga il risultato, perché sarebbe di estrema importanza».

La Commissione avrà 6 mesi di tempo per lavorare e produrre un documento finale, prorogabili solo in caso di ulteriore votazione che dovrà essere unanime (richiesta avanzata dalla minoranza D'Agostino).

Intervento-cardine sul tema, non a caso, è stato quello di Stefano Tarolli: «Lo ritengo un momento storico, non credo si fosse mai arrivati a condividere una decisione coi crismi di una Commissione. Io ci credo davvero al fatto che riusciremo a riunirci per un obiettivo come questo. Non è certamente facile, ma dobbiamo provarci. Questa sera stiamo fissando le regole del gioco, con maggioranza e minoranze che devono portare reciproco rispetto istituzionale e politico. Mi auguro che nessuno si tiri indietro. E la minoranza non dovrà abdicare atematiche quali il controllo, che dovrà essere duro. Aggiungo anche: non vedo alcuna dietrologia. A  chi dice "vi siete fatti fregare, avete dato una stampella alla maggioranza", rispondo: anche se fosse, va benissimo così. Creiamo una pacificazione cittadina su un tema così importante. Si parte da Piazza, credo sia importante. E si parla di Scuole superiori». La Commissione dovrà anche fare un censimento degli edifici pubblici vuoti: «Giusto che si parta da qui – ha aggiunto Tarolli –. E questa Commissione dovrà deliberare in modo veloce. Ringrazio il collega di minoranza D'Agostino per aver ritirato la mozione del precedente Consiglio comunale».

La discussione ha visto una lunghissima discussione, che alla fine ha portato a un emendamento sulle tempistiche: la Commissione avrà 6 mesi di tempo per lavorare e produrre un documento finale, prorogabili solo in caso di ulteriore votazione che dovrà essere unanime. Un emendamento che mette a rischio la commissione da "veti" di una delle parti. La modifica ha portato all'astensione del consigliere del consigliere Giancarlo Battaglio, solamente nella parte relativa all'emendamento. Si è invece astenuto da entrambe le votazioni il consigliere Guido Tealdi.