Mondovì, la Commissione edifici vuoti è nata: il presidente è Gianni Mansuino

Si è insediata lunedì 14 ottobre 2019 la Commissione Consiliare Speciale che lavorerà allo scopo di “ipotizzare l’utilizzo dei contenitori pubblici vuoti della città, con particolare riferimento alle scuole secondarie di secondo grado”.

Ne fanno parte con diritto di voto tutti i consiglieri comunali ed il Sindaco. Durante la prima riunione, i componenti della commissione hanno provveduto all’elezione del presidente e del vice presidente: a ricoprire il ruolo di presidente sarà il consigliere Gianni Mansuino, mentre vice presidente sarà la consigliera Laura Barello, entrambi architetti. Il Capo di Gabinetto, Gabriele Campora, è stato nominato segretario della Commissione. Un risultato spiazzante, visto che la Commissione era stata proposta dal PD: tuttavia, né Stefano Tarolli né Paolo Magnino ricopriranno incarichi.

LEGGI QUI: come funzionerà la Commissione Edifici Vuoti

Ci sono troppi edifici vuoti a Mondovì. Un dato di fatto, ben noto al Comune (ne parlavamo anche in QUESTO ARTICOLO), che nel Consiglio comunale di lunedì 30 settembre ha preso una decisione: istituire una Commissione per trovare una soluzione.

La Commissione include tutti i membri del Consiglio comunale sindaco compreso, terrà riunioni ogni due settimane a cui potranno partecipare anche gli assessori e avrà 6 mesi di tempo per lavorare e produrre un documento finale: tempistica prorogabile solo in caso di ulteriore votazione, che dovrà essere unanime. La Commissione dovrà censire gli edifici pubblici inutilizzati, con particolare riferimento a quelli del rione Piazza, e verificare la fattibilità e la sostenibilità di progetti di riutilizzo a fini scolastici. Le prossime sedute verranno convocate dal Presidente o, in sua assenza, dal Vice Presidente.