«Fu bocciata ingiustamente»: studentessa monregalese potrà rifare l’esame di Maturità

La chiameremo Maria. Un nome di fantasia per questa ragazza, liceale di 19 anni, anche se molti – compagni di classe, professori, amici – sanno a chi ci stiamo riferendo. Maria è una studentessa che l’anno scorso ha frequentato quinta Liceo linguistico a Mondovì. Ha sostenuto l’esame di Maturità, ed è rimasta bocciata. Ora però ha ottenuto di poterlo rifare: perché il Consiglio di Stato ha accolto il suo ricorso, sentenziando che durante la prova orale la Commissione non avrebbe giudicato correttamente.

Sarà esaminata dalla stessa Commissione: la delicatezza è d’obbligo
Questa notizia, a nostro avviso, non si poteva non scrivere: il caso, balzato sulla cronaca locale fin dalla lettera e ora di pubblico dominio con un ricorso, ha tutte le caratteristiche per essere una notizia. Tuttavia, la studentessa stessa ci ha chiesto di non farlo. E lo comprendiamo benissimo: comprendiamo la sua tensione, ora che finirà nuovamente sotto esame. Probabilmente, tra l’altro, con la medesima Commissione che l’ha esaminata e bocciata mesi fa e contro la quale lei ha fatto ricorso. La ragazza, da noi contattata, non ha voluto rilasciare alcun commento. E anche il suo avvocato, il legale Enrico Martinetti, non ha voluto rilasciare dichiarazioni per non compromettere la serenità dell’ambiente in attesa della fissazione della nuova prova d’esame disposta dai giudici del Consiglio di Stato. La delicatezza, in un caso come questo, è fondamentale. Ma siamo più che certi che, nonostante il fatto sia ora di pubblico dominio, la Commissione opererà con la massima correttezza. E, per quanto ci compete, non mancheremo di seguire gli sviluppi di questa storia.

 

UN ESAME MOLTO “DISCUSSO”
Per comprendere la portata del fatto, bisogna innanzitutto spiegare il contesto. La Maturità 2019 è stata, in particolare, la prima svoltasi con la nuova procedura per la prova orale: quella delle “tre buste”, con gli studenti che dovevano iniziare la discussione partendo da un tema assolutamente casuale (scelto, appunto, sorteggiando una busta) per poi procedere collegando tutte le materie del programma attraverso “nodi” concettuali. Come tutte le novità, anche questa modalità può aver suscitato qualche perplessità. A Mondovì però è accaduto anche un altro fatto. Qualche settimana dopo la prova, il nostro settimanale ricevette una lettera (LEGGI QUI), con le firme di 37 studenti su 41 di due classi diverse (la 5ª E e la 5ª F del Liceo linguistico “Vasco-Beccaria-Govone”). Lettera nella quale gli studenti stigmatizzavano il comportamento della Commissione docenti durante la prova orale, definendola «non “rispettosa” delle direttive del Ministero».

LE REPLICHE
Pochi giorni dopo la pubblicazione di quella prima lettera, ne giungeva in redazione una seconda in replica: una dura presa di posizione dei docenti (LEGGI QUI) che facevano parte della Commissione interna. I quali rispondevano agli studenti, rivolgendo loro parole anche pesanti: «Gli allievi che ritenevamo ormai “grandi” sono in realtà ancora dei bambini viziati». Una posizione personale, firmata da cinque professoresse, dalla quale lo stesso Collegio docenti dell’Istituto prese le distanze qualche tempo dopo, dissociandosi. Ma la vicenda non è finita lì: perché Maria (ripetiamo, nome di fantasia), che frequentava proprio la 5ª E, sostenne l’esame con quella Commissione e fu bocciata. Assistita dall’avvocato Martinetti, ha fatto ricorso prima al TAR e poi al Consiglio di Stato: dove ha vinto.

POTRÀ RIDARE L’ESAME
La Corte del CdS ha sostenuto che la Commissione d’esame non avrebbe effettuato una valutazione corretta. La studentessa potrà pertanto ridare la prova orale dell’esame di Maturità. Non è ancora stata fissata una data, ma è possibile (anzi: è probabile) che avvenga con la medesima Commissione di tre mesi fa. Il dirigente scolastico dei Licei, Bruno Gabetti, commenta: «L’Istituto non ha mai condiviso i toni della lettera firmata dalle docenti. Per quanto riguarda il ricorso, posso solamente dire che siamo al corrente della vicenda e che stiamo aspettando che l’Ufficio scolastico incarichi la Commissione». Oggi Maria non frequenta più il Liceo a Mondovì, ma si è iscritta nell’Istituto di un’altra città. Assieme al ricorso è arrivata anche la sospensiva, che le ha consentito di sostenere “in deroga” il test di ingresso a due diverse Università, superandoli entrambi (il Politecnico ed Economia aziendale). Se supererà l’esame, potrà quindi iniziare a frequentare quasi subito i corsi delle Facoltà.

Vuoi essere sempre aggiornato sulle novità?Iscriviti gratis alla nostra newsletter

Santa Lucia Villanova Mondovì

Il Santuario di Santa Lucia a Villanova Mondovì riapre i battenti

Il Santuario di Santa Lucia in Villanova Mondovì si staglia dal XVI secolo sul versante del Monte Calvario (o Momburgo) dominando la Valle Ellero ed è erede di un’antica devozione popolare, ancora oggi viva...

A luglio tornano “Doi Pass” a Breo e il cinema all’aperto a Piazza –...

A luglio tornano "Doi Pass" a Breo e il cinema all'aperto a Piazza. le serate di musica, spettacoli e vetrine accese, da quasi 30 anni, sono un appuntamento imperdibile. L’Associazione “La Funicolare”, in collaborazione e...

Che successo, il “Vespa Giro”: 121 vespe al raduno di Farigliano

Domenica 16 giugno, la seconda edizione del “Vespa Giro” con la partecipazione di 121 vespe provenienti da Piemonte e Liguria. L’evento è stato realizzato dal Comune di Farigliano con la collaborazione del “Vespa Club...

Dal 21 giugno via l’Area Pedonale nella parte sottana di piazza Maggiore: fino alla...

A partire da venerdì 21 giugno cambia temporaneamente la viabilità di Piazza e, in particolare, quella di piazza Maggiore. Dopo l’incontro pubblico con gli abitanti dello scorso 4 aprile - LEGGI QUI, infatti, l’Amministrazione...

Maxi incidente in galleria a Vicoforte: rimossi tutti i mezzi, galleria riaperta

Rimossi tutti i mezzi coinvolti nel grande incidente avvenuto questa mattina a Vicoforte - LEGGI QUI -  Al termine delle operazioni è stata riaperta la galleria sulla SS 28. L'INCIDENTE: https://www.unionemonregalese.it/2024/06/16/vicoforte-tre-feriti-in-codice-giallo-dopo-il-maxi-incidente-in-galleria/

A Mondovì a luglio e agosto attivo il servizio di “Scuola Materna estiva”

Anche per il 2024 il Comune di Mondovì attiverà la Scuola Materna estiva, con l’obiettivo di soddisfare le esigenze delle famiglie con genitori entrambi lavoratori, assicurando così un accompagnamento educativo-assistenziale durante il periodo delle...