SCI : PISTE TUTTE APERTE – Nel monregalese una stagione coi fiocchi

Sci: piste tutte aperte dal Monregalese al Cebano, dalla Val Ellero e Pesio al Mondolè. Si apre la stagione invernale 2019/20

sci piste aperte monregalese

Sci: piste tutte aperte dal Monregalese al Cebano, dalla Val Ellero e Pesio al Mondolè. Si apre la stagione 2019/20, un’avventura che sta per cominciare, un periodo fondamentale per l’economia del Cuneese.

Il sistema del turismo invernale del Cuneese conta ben 15 stazioni sciistiche, con due macro comprensori (il Mondolè ski e la Riserva bianca di Limone Piemonte), con 90 impianti sciistici, 380 km di piste e un’estensione territoriale che va da Garessio, subito alle spalle della Liguria, al Rucas al confine con il Pinerolese. È un mondo tutto da esplorare, per gli sportivi, per gli amanti della natura, ma anche per il grande pubblico, che può trovare nelle stazioni sciistiche divertimento, strutture ricettive d’avanguardia, ristoranti di livello, bar e locali di grande attrattività ed eventi di rilievo nazionale. Prato Nevoso e il Mondolè più in generale si attendono molto da questa stagione sciistica, la prima di un piano molto ambizioso, presentato a Torino nelle scorse settimane. Il Masterplan 2020-2024, prevede un piano massiccio di investimenti, e l’apertura di tante nuove infrastrutture. Venerdì ha aperto la nuovissima seggiovia esaposto costruita nella zona del verde a Prato Nevoso, a dicembre è prevista l’attesissima inaugurazione della cabinovia “spaziale” griffata Porsche, un’infrastruttura destinata ad aumentare sensibilmente il carico degli sciatori trasportati sulle piste. Per non parlare dei 3,5 milioni di euro destinati a potenziare l’innevamento artificiale, che saranno erogati sulle piste del Mondolè.

LURISIA - PIGNA SKI: la riapertura più attesa della stagione invernale
Di sicuro è la riapertura più attesa, quella della stazione sciistica di Lurisia “Pigna Ski”: dopo un anno di chiusura, in cui non era stato possibile far funzionare gli impianti, l’inverno 2019-2020 riporta finalmente la possibilità di sciare sulle piste di Lurisia. La riapertura è merito di Fausto e Patrizia Stralla, che hanno già gestito la stazione in precedenza. La prima giornata sugli sci a Lurisia, domenica, è andata bene, nonostante il brutto tempo «Siamo contenti perché sono saliti i membri dello Sci Club Lurisia e molte persone legate a questa stazione, sinceramente felici di questa riapertura», commenta Patrizia Stralla.
«La riapertura della stazione è una grande opportunità per tutta la valle – commenta il sindaco di Roccaforte, Paolo Bongiovanni –: fa in modo che questi piccoli territori montani siano conosciuti dai turisti. Tutto il territorio deve lavorare nella stessa direzione, affinché la stazione sia conosciuta dal maggior numero di persone. A volte si tende a dire “tocca agli altri fare qualcosa”, sedendosi e aspettando: tutti si aspettano che qualcuno faccia qualcosa, ma dobbiamo capire che gli altri siamo noi, e tocca a tutti impegnarsi a favore della comunità e del territorio».
Sabato 7 dicembre la festa di inizio stagione, con cioccolata calda e polenta
Per festeggiare questa riapertura, che ha rallegrato i tanti affezionati alla storica stazione sciistica, i gestori hanno deciso di dedicare la giornata di sabato 7 dicembre a una “festa di riapertura” dall’atmosfera cordiale: per chi vuole salire sulla cima del Monte Pigna sarà possibile usare gratuitamente la cabinovia, così da ammirare le piste riaperte e il paesaggio mozzafiato. Presso la baita verrà offerta cioccolata calda a tutti, e a pranzo si potrà gustare in compagni la polenta, ancora più buona quando mangiata nella cornice delle montagne innevate. Gli impianti resteranno aperti tutti i fine-settimana (sabato, domenica e lunedì, quest’ultimo con il giornaliero scontato) fino alle vacanze di Natale, per poi aprire tutti i giorni fino al 6 gennaio. Apertura di nuovo nei fine-settimana a gennaio, mentre a febbraio aprirà sicuramente tutti i giorni nelle vacanze di Carnevale. Altre aperture sono in valutazione, anche in base alla possibile presenza di gruppi di sciatori francesi. Previste anche promozioni e sconti per i residenti, i proprietari di seconde case, i tesserati Cuneo neve e Cal. Per i bambini sotto gli 8 anni ingresso gratuito se accompagnati da un adulto pagante.

PRATO NEVOSO - Aperture notturne straordinarie e Open Season
Sul Mondolè ski, il comprensorio più vasto del Monregalese, con ben 3 stazioni sciistiche (Artesina, Frabosa Soprana, Prato Nevoso) 120 km di piste e 24 impianti di risalita. A Prato Nevoso gli impianti sono aperti dal 22 novembre, con la prima straordinaria in notturna per il 26. La seggiovia esaposto nella zona del verde, tutta nuova, è aperta da venerdì scorso; l’attesissima cabinovia del rosso dovrebbe aprire entro le vacanze di Natale. Da venerdì 6 dicembre, tuttavia, sarà disponibile il vecchio impianto di risalita, la seggiovia biposto che consente anche il collegamento con la stazione di Artesina. C’è grande attesa, poi, per l’Open Season, il 7 dicembre, con alcuni tra i nomi più popolari del pop italiano (ne parliamo a pagina 10).

“La Telecabina” Porsche
Ormai mancano una ventina di giorni all’apertura dell’impianto. I tecnici sono entrati nell’ultima fase di messa a punto, che durerà all’incirca fino al 20 di dicembre. La Prato Nevoso prevede di riuscire ad aprire in tempo per le feste e per il periodo più intenso della stagione. È la grande novità 2019/20: un impianto che sostituirà la seggiovia storica della zona del Rosso, ma non sarà un impianto comune. Prato Nevoso ha commissionato il progetto niente di meno che alla Porsche, il noto marchio austriaco, che sta costruendo una nuova cabinovia di ultima generazione, con telecabine panoramiche, utilizzabili anche d’estate per trasportare escursionisti e ciclisti verso le cime delle Alpi Liguri. Ogni cabina conta 10 posti (accessibile anche ai disabili). Un impianto gemello è stato inaugurato in Francia all’Alpe d’Huez. L’impianto porterà in quota a 1.926 metri gli sciatori comodamente seduti, con una vista panoramica straordinaria e il massimo del silenzio. Il nuovo impianto è in grado di portare fino a 3.000 persone l’ora.

ARTESINA - a regime da venerdì 6 dicembre
Artesina è pronta ad andare a pieno regime a partire dal weekend (negli scorsi giorni erano stati aperte le piste Castellino e Turra) con tutti gli impianti aperti, più di due metri di neve sulle piste. Anche l’accesso da Rastello alle montagne del Mondolè è aperto e funzionante, un mezzo alternativo per accedere alle stazioni sciistiche, immersi nella pace e nella natura.

FRABOSA 2000 - Si parte il 7 dicembre
Dal 7 dicembre anche Frabosa 2000 raggiungerà la piena operatività con l’apertura delle seggiovie Mongrosso-Burrino, Burrino-Malanotte, Malanotte-Prel e il collegamento con Prato Nevoso. La pista Mongrosso-Burrino per ora è disponibile solo come impianto di risalita, ma appena le temperature saranno congeniali inizieranno le operazioni di innevamento artificiale.

VUOI ESSERE SEMPRE INFORMATO?
Sì, voglio le news gratis in tempo reale - ISCRIVITI AL CANALE TELEGRAM - CLICCA QUI
Sì, voglio le top news gratis ogni settimana - ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER - CLICCA QUI

 

SAN GIACOMO e CARDINI
Anche a San Giacomo di Roburent la stagione incomincia nel weekend dell’Immacolata, con l’apertura degli impianti. Il comprensorio, che sorge sulle pendici del Monte Colmè e dell’Alpet, raggiunge quota 1.611 metri, con 35 km di piste, 9 impianti di risalita, di cui 2 seggiovie, 6 skilift e 1 tapis roulant. Il campo scuola a San Giacomo e dotato di illuminazione in notturna, in quota è disponibile l’area giochi con tapis roulant. In paese non mancano servizi, scuole sci, noleggi, esercizi commerciali e strutture ricettive.

GARESSIO 2000 E VIOLA ST. GRÉÉ
Sabato 7 dicembre aprono i battenti anche “Garessio 2000” e “Viola St. Gréé”. A Garessio In funzione i due skilift “Giassetti” e “Praietto”, per un totale di 15 km di piste percorribili, aperti tutti i week end, lunedì compresi, e tutti i giorni durante le vacanze di Natale e Carnevale, condizioni meteo permettendo. Lo skipass giornaliero avrà il costo di 15 euro per gli adulti, 13 euro per i senior over 65 e per i ragazzi (dal 2013 al 2004). I bambini nati nel 2014 e negli anni successivi potranno invece usufruire dello skipass gratuito. Nel week-end impianti aperti anche a Viola St. Gréé.

VAL ELLERO E PESIO - I paradisi del Fondo
Per lo sci di fondo è necessario ancora attendere: le due piste in valle Ellero sono perfettamente attrezzate e pronte per accogliere i turisti e gli amanti del fondo ma… manca ancora la materia prima. Le strutture apriranno nelle prossime settimane, appena la neve sarà sufficiente per garantire la piena fruzione delle piste. A Roccaforte sono disponibili due anelli, da 12 e da 7 km. Più in alto a Rastello è possibile sciare su un ulteriore tracciato di 3 km, più tecnico, per sciatori più esperti. Al Centro fondo di Valle Pesio è già possibile usufruire delle piste a partire dalla Certosa, inoltre sono disponibili i servizi di noleggio e bar presso il Centro fondo.

VUOI ESSERE SEMPRE INFORMATO?
Sì, voglio le news gratis in tempo reale - ISCRIVITI AL CANALE TELEGRAM - CLICCA QUI
Sì, voglio le top news gratis ogni settimana - ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER - CLICCA QUI