Ambra Angiolini al Teatro Baretti con “Il Nodo”

La popolare attrice in duo con Ludovica Modugno per proporre una pièce di Johanna Adams. In scena Lunedì 20 e martedi 21 alle 21.

La scuola è sempre più chiaramente uno spazio decisivo per far emergere i nodi della società di oggi, da tutti i punti di vista. È il luogo dove si formano i cittadini del domani, un luogo di confronto tra istituzioni e famiglie. Un luogo di sport, cultura, arricchimento. Un luogo dove si incontrano e si scontrano le idee. Ultimamente è anche spesso al centro della cronaca: sono accaduti episodi di violenza e abusi, sia nei confronti di insegnanti come di alunni. Una corretta relazione tra le due parti spesso non è scontata e gli episodi della cronaca hanno innescato un germe di sospetto, tra le persone. Tutti temi che tornano ne “Il Nodo” testo americano, scritto da Johanna Adams nel 2012. La Adams è laureata al DePaul University Theatre School, ed è considerata una delle più importanti penne nel panorama drammaturgico contemporaneo. “Il Nodo” viene proposto nei teatri italiani da una produzione della “Società per attori” e “Golden Art” che vede protagoniste le note attrici Ludovica Modugno, nel ruolo di un’insegnante, e Ambra Angiolini, genitrice di un alunno. Lo spettacolo farà tappa al teatro “Baretti” per la stagione teatrale 2019/20, organizzata dal Comune e dalla Fondazione Piemonte Dal Vivo, il 20 e 21 gennaio.
UN CASO DA CHIARIRE, UN COLLOQUIO TESO E DIRETTO
L’innesco della vicenda narrata è in un episodio: un ragazzo torna a casa dalla madre, pieno di lividi. È stato sospeso. La madre si presenta a ricevimento, desiderosa di capire cosa sia successo, e trova un’insegnante tesa, con la testa altrove. Aspetta una telefonata che non arriva. Il confronto tra le due è diretto e molto profondo, senza fifi ltri. Entrambe le donne cercano la verità, per far luce su quello che è accaduto al ragazzo o su quello che il ragazzo ha commesso. Da qui parte un itinerario drammatico che si svelerà nella sala teatrale. Salta subito agli occhi quanto questa trama sia attuale, e, nonostante l’ambientazione americana, possa dar voce anche ai dilemmi e ai dubbi degli italiani, in un tema che, da una parte o dall’altra, coinvolge tutti o quasi tutti in prima persona