Belvedere: il bar del Circolo Acli rischia di chiudere?

La struttura è comunale e viene affidata in comodato d’uso gratuito. Il direttivo: «Cerchiamo nuovi gestori. Questo è un centro d’aggregazione importante per il paese e non solo»

Il bar del Circolo Acli di Belvedere rischia di chiudere? Il locale, molto frequentato e aperto fino anche a tarda sera, richiama clienti non soltanto dal paese, ma anche dai centri di Langa vicini. Ora però il suo futuro appare incerto. Le ragazze che gestiscono il bar attualmente infatti hanno deciso di non rinnovare il loro contratto, che scadrà il prossimo 28 febbraio. A questo punto, il direttivo Acli del presidente Marco Revelli e il Comune (proprietario dei locali) sono impegnati nella ricerca di un nuovo gestore. Per ora non sono arrivate offerte di soggetti interessati, ma entro la fine del prossimo mese si confida di trovare una soluzione adeguata. «Siamo alla ricerca di una nuova società, composta da un minimo di due persone, per gestire il bar e l’area verde adiacente – spiega Melissa Gaia Marcozzi, membro del direttivo Acli e consigliere comunale –. I locali sono comunali e sono anche stati riqualificati di recente. I gestori dovranno occuparsi delle spese legate al magazzino e alle utenze (gas, luce, riscaldamento), mentre non è richiesto un canone di affitto. Gli orari di apertura sono lunghi, il bar infatti apre alle 6.30 e chiude solamente verso mezzanotte. Saremmo intenzionati a mantenere queste ore di apertura al pubblico. Il bar del Circolo è un punto di aggregazione importante per il paese e speriamo di poter continuare così». Il sindaco di Belvedere, Biagina Cartosio, aggiunge: «Grazie ad un contributo statale, è in corso un progetto di 98 mila euro per la riqualificazione della struttura, che comprende impianto fotovoltaico, impianto di riscaldamento con pompe di calore e installazione di nuovi serramenti di ultima generazione. L’intervento abbatterà quindi in maniera sensibile anche i costi di gestione che si dovranno accollare i futuri gestori. Il Comune concede i locali in comodato d’uso gratuito al direttivo Acli, che poi si occupa di trovare un gestore. Speriamo si trovi una società intenzionata a gestire il bar, perché se non si facesse avanti nessuno la struttura rischierebbe di chiudere, oppure di rimanere aperta magari soltanto qualche ora la sera, grazie al lavoro dei volontari». Per maggiori informazioni e candidature è possibile scrivere una mail a direttivo.acli19@yahoo.com oppure chiamare Melissa (388-6505011) o Marco (349-3239927).

Scopri anche

Clavesana, maestra aggredita in paese da una mamma di un ex alunno

È stata avvicinata e aggredita all'uscita di un negozio, a Clavesana. La vittima è una maestra, che insegna alle Elementari del paese. Sarebbe stata individuata e poi insultata da una signora, mamma di un...

Villanova. Michele Pianetta ufficializza la candidatura a sindaco

Michele Pianetta, attuale vicesindaco di Villanova, ha ufficializzato la propria candidatura a sindaco in vista delle prossime elezioni comunali. Al momento attuale, dunque, si profila una sfida a due, con lo sfidante...

Sant’Albano: gli Alpini ricordano la ritirata di Russia, 80 anni dopo la tragedia

Da venerdì 3 a domenica 5 febbraio, Sant’Albano ha ospitato una tre giorni interamente dedicata alla ritirata di Russia, ad 80 anni esatti di distanza dalla tragedia che interessò da vicino moltissimi giovani e...

Prof. del Liceo di Mondovì pubblica una biografia di Guccini… dal “punto di vista”...

Una biografia in prosa che però nasce dalle strofe. «C’è chi sostiene che un artista non possa raccontare sé stesso coi versi. Io invece credo di sì e, partendo dalle canzoni che Guccini ha...

Ceva: si presenta il progetto del “Museo del fungo”

E' in corso, presso il Municipio di Ceva, la conferenza stampa di presentazione del futuro "Museo del Fungo". Un sogno che si appresta a diventare realtà. Ad illustrare il progetto e le fasi che...

Mondovì, ecco i cartelli elettronici che avviseranno dei blocchi del traffico

Da ieri, lunedì 30 gennaio, sono stati piazzati a Mondovì i primi cartelli elettronici che avviseranno dei blocchi del traffico. Il Comune spiega: «La città di Mondovì, insieme ad altri 76 Comuni del Piemonte, deve...