Riapre il viadotto A6 crollato: venerdì 21 l’inaugurazione, sabato si circola

È ufficiale: la prossima settimana riapre il viadotto A6 crollato. Venerdì 21 febbraio l'inaugurazione, sabato 22 il ponte riapre al traffico

I lavori di asfaltatura sul ponte appena ricostruito, nei giorni scorsi

È ufficiale: la prossima settimana riapre il viadotto A6 crollato. Venerdì 21 febbraio l'inaugurazione, sabato 22 il ponte riapre al traffico. La notizia - che anticipavamo QUI - ora è confermata.

La cerimonia di inaugurazione del nuovo viadotto “Madonna del Monte" è stata comunicata dall’Autostrada dei Fiori. Un’apertura in netto anticipo rispetto al crono programma dei lavori.

Dopo il varo lo scorso 26 gennaio dell’impalcato in acciaio lungo 58 metri e di circa 300 tonnellate, le attività sono proseguite con la realizzazione della pavimentazione e con la posa delle barriere di sicurezza. Alla cerimonia saranno presenti, tra gli altri, il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, il presidente della Regione, Giovanni Toti, e il sindaco di Savona, Ilaria Caprioglio. Al fine di consentire la rimozione della deviazione del traffico in direzione Torino, l’apertura al traffico del viadotto è prevista alle ore 6 del mattino di sabato 22 febbraio.

Il nuovo viadotto "Madonna del monte" sulla A6 Torino-Savona

Dopo il completamento delle spalle e delle fondazioni del viadotto, avvenuto tra dicembre e i primi giorni di gennaio, si è concluso a fine gennaio il varo dell’impalcato metallico del peso di circa 300 tonnellate che andrà a costituire la struttura del nuovo viadotto "Madonna del Monte" in direzione Torino. Per la realizzazione dell’impalcato si è scelto un acciaio tipo “corten”, preferito per le migliori caratteristiche di resistenza alla corrosione e agli agenti atmosferici con un’unica campata di 58 metri. Speciali carrelli hanno traslato l’impalcato, ottenuto assemblando in prossimità della spalla lato Torino due travi in acciaio di altezza massima di 2,8 metri, sino alla zona di varo dove due gru di grande portata, una da 800 tonnellate e l’altra da 1400 tonnellate, coordinandosi tra di loro, lo hanno sollevato collocandolo in posizione definitiva sui 4 appoggi antisismici.

VUOI ESSERE SEMPRE INFORMATO?
Sì, voglio le news gratis in tempo reale - ISCRIVITI AL CANALE TELEGRAM - CLICCA QUI
Sì, voglio le top news gratis ogni settimana - ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER - CLICCA QUI