Parte il progetto Sprar: accolta una famiglia dal Pakistan

Dopo mesi di rinvii è arrivata in paese la famiglia attesa, due genitori e 4 bambini che frequenteranno le Scuole della valle.

Dopo più di un anno di rimandi e problematiche varie, il progetto Sprar sul territorio comunale di Montaldo di M.vì è ora una realtà: è infatti arrivata questa settimana una famiglia di richiedenti asilo, proveniente dal Pakistan, che sarà accolta nel progetto gestito insieme da Comune e CSSM. La famiglia, composta da marito, moglie e quattro figli tutti in età scolare, vivrà in un alloggio in Roa Marenca, all’inizio del paese. I bambini frequenteranno le Scuole della valle, una buona notizia per questi plessi di montagna, sempre afflitti dal problema dei pochi alunni. Martedì mattina la famiglia è stata accolta in Comune dal sindaco Giovanni Balbo e da alcuni rappresentanti dell’Amministrazione per la firma del patto di accoglienza. Il progetto Sprar, approvato dal Comune nel 2017, si era arenato quasi subito sulla difficoltà di trovare un alloggio adeguato al numero di richiedenti asilo da accogliere (6, in base alla popolazione del Comune), problema che aveva generato anche la redazione di due diverse petizioni da parte dei cittadini montaldesi, fin da quando un privato aveva dato la disponibilità ad affittare il proprio alloggio in Roa Marenca. Questo dilatarsi dei tempi aveva anche fatto temere una possibile uscita del Comune dal progetto. Una prospettiva che si allontana, ora, dopo l’accoglienza di questa nuova famiglia in paese.