Garessio: morto in casa di riposo don Erasmo Mazza, era positivo al coronavirus

Si è spento, all’età di 90 anni a Garessio, don Erasmo Mazza. Era ospite nella casa di riposo “Opera Pia Garelli” da tre anni. Era fra gli ospiti risultati positivi al covid-19 ed era in isolamento nella struttura.

OGGI ANCHE UN SECONDO DECESSO - Morta un altro ospite fra i positivi al virus

Don Mazza era un po’ il "cappellano" da sempre di questa struttura per anziani, con una presenza assidua. Originario di Ormea, era stato ordinato sacerdote nel 1953. L’accompagnamento al cimitero della salma, come indicato dalle restrizioni di questi giorni, è previsto sabato 28 marzo alle 15,30 nel camposanto di Ormea, alle presenza del vescovo. Don Erasmo Mazza ha svolto il suo lungo ministero pastorale pressoché sempre in alta Val Tanaro alla guida delle comunità di Mursecco, Cerisola, Trappa e soprattutto al Poggiolo di Garessio.

La Casa di riposo "Opera Pia Garelli" di Garessio è diventato un caso al centro della cronaca locale sul coronavirus: risultavano infatti positive al test 25 persone, 18 ospiti e 7 dipendenti. Attualmente sono decedute tre persone (tutti anziani) con tampone positivo e possibile concorrenza di patologie pregresse, e una quarta persona (anch'essa anziana) a cui il tampone non era stata fatta, ma con probabile concorrenza di covid-19.

____

VUOI ESSERE SEMPRE INFORMATO?
Sì, voglio le news gratis in tempo reale - ISCRIVITI AL CANALE TELEGRAM - CLICCA QUI
Sì, voglio le top news gratis ogni settimana - ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER - CLICCA QUI