A Farigliano e Dogliani, suolo pubblico gratis per i dehor di bar e ristoranti

Le due Amministrazioni comunali hanno avuto la stessa idea, per sostenere la ripresa delle attività ferme da due mesi

Spazio pubblico esterno ai locali ampliato e messo a disposizione gratuitamente dal Comune, per sostenere le attività di bar, ristorante, pizzerie, vinerie, gelaterie, che in questi due mesi sono rimasti chiusi e che, anche quando sarà possibile riaprire al pubblico, incontreranno numerose difficoltà per assicurare il rispetto delle norme anticontagio. È questa l’idea dei due Comuni di Langa, Farigliano e Dogliani, che comunicano quasi in contemporanea di voler così incentivare l’utilizzo e lo sfruttamento dei dehor estivi, anche in ragione del fatto che quasi tutti i locali saranno costretti a dimezzare il posti a sedere disponibili attualmente, per assicurare le distanze di sicurezza previste tra i clienti. «Ne parliamo da una decina di giorni con gli esercenti del paese – spiega il sindaco di Farigliano, Ivano Airaldi –. Non faremo pagare la Tosap (imposta sull’occupazione del suolo pubblico) e in più daremo la possibilità agli esercenti di allargare i propri spazi esterni per i tavoli. Stiamo anche lavorando per trovare le adeguate coperture economiche che consentano di non far pagare la tassa rifiuti (Tari) di questi mesi alle attività che sono dovute rimanere chiuse e che quindi non hanno prodotto immondizia». Per quanto riguarda Dogliani, il a sindaco Ugo Arnulfo spiega: «Si vuole concedere a tutti gli esercizi commerciali di tipo ricettivo la disponibilità di ampliare lo spazio pubblico a disposizione dei dehor, per evitare la riduzione di afflusso dei clienti e turisti, soprattutto in previsione della stagione estiva. Si tratta ovviamente di una concessione a titolo gratuito, che facilita la possibilità di garantire, con maggiori spazi a disposizione, l’accoglienza delle persone, nel rispetto delle distanze di guardia che le condizioni di sicurezza attuali ci impongono. Uno spunto per la rinascita e la ripresa di un settore che è stato particolarmente colpito dalla congiuntura economico-sanitaria che si è venuta a delineare e con la quale, probabilmente, dovremo ancora confrontarci per molto tempo».

Santa Lucia Villanova Mondovì

Il Santuario di Santa Lucia a Villanova Mondovì riapre i battenti

Il Santuario di Santa Lucia in Villanova Mondovì si staglia dal XVI secolo sul versante del Monte Calvario (o Momburgo) dominando la Valle Ellero ed è erede di un’antica devozione popolare, ancora oggi viva...

Ritrovato a Sale San Giovanni il 27enne scomparso da Torino

Si sono concluse le operazioni di ricerca nei boschi di Sale San Giovanni, scattate dall'ora di pranzo, a seguito dell'avvistamento di un 27enne allontanatosi il 30 maggio scorso dalla struttura presso cui era ricoverato...

Bye bye Barocco, a Mondovì a luglio arriva Andy Warhol

Addio Barocco, welcome Pop Art. Ladies and gentlemen, a Mondovì dopo il Caravaggio arriva Andy Warhol: l’ex chiesa di Santo Stefano si prepara a staccare i quadri dei maestri della luce e ad ospitare...

Addio al tenente Diego Bonavera: fu carabiniere a Frabosa e Mondovì

L’Arma dei Carabinieri piange la scomparsa del tenente Diego Bonavera. È scomparso questa mattina all’ospedale “Policlinico di Monza” di Alessandria, a seguito di una malore. Aveva solo 45 anni ed era conosciuto e apprezzato...
rifugio serre di oncino

Al Rifugio Serre di Oncino la “cucina piemontese delle origini”

Abbiamo intervistato Riccardo Ferraris, gestore del Rifugio Serre di Oncino, in valle Po, inaugurato da pochi giorni. Con la famiglia gestisce anche il ristorante “La Raviola Galante” a Scurzolengo (AT), dove si propongono piatti...

A Mondovì a luglio e agosto attivo il servizio di “Scuola Materna estiva”

Anche per il 2024 il Comune di Mondovì attiverà la Scuola Materna estiva, con l’obiettivo di soddisfare le esigenze delle famiglie con genitori entrambi lavoratori, assicurando così un accompagnamento educativo-assistenziale durante il periodo delle...