Gli studenti del Baruffi rinunciano alle felpe per donare mascherine

L’idea, nata dagli studenti, è stata subito accolta dai professori. I soldi verranno donati alla Polizia di Mondovì

Tutti i soldi raccolti per le felpe dell’Istituto trasformati in un contributo per la città, in un momento di emergenza in cui c’è bisogno dell’aiuto di tutti. È questa l’idea del comitato degli studenti dell’Istituto Baruffi, che a scuole chiuse si sono trovati a dover decidere cosa fare dei soldi raccolti tra gli studenti nei mesi precedenti, in teoria per l’acquisto della felpa d’istituto. Con tutto bloccato, la soluzione era restituire quanto raccolto, oppure utilizzarlo in un altro modo. E l’idea proposta è stata proprio questa: donare l’intero importo alla Polizia di Mondovì, per sostenere l’acquisto delle mascherine che in questo periodo vengono donate alla popolazione. Nata dagli studenti stessi, l’idea è stata subito accolta con favore dai professori. «Siamo molto contenti della collaborazione che tutti ci hanno assicurato fin da subito – racconta Riccardo Ciancia, membro del comitato studentesco – e ringraziamo tutti i nostri compagni perché nessuno ha voluto indietro i soldi, ma hanno accettato tutti di donarli per aiutare la nostra città».