Il mito di Ian Curtis – Due album e poche tracce

La fortuna dei Joy Division passa attraverso il dramma di Curtis

Poche band hanno segnato un genere in modo cosi forte come i Joy Division che, non certo per loro buona sorte, hanno influenzato la musica con due album e due singoli. Nel biennio in cui la band compie la propria parabola ascendente i dischi rappresentano una raccolta di singoli più che una vera e propria selezione organica, tant’è vero che gli artisti che producono “concept album” (Pink Floyd) lo dichiarano apertamente. La loro discografia risente però di entrambi questi aspetti. Dark e gotico, perfettamente new wave Unknown Pleasures è un’autentica pietra miliare dell’epoca e rivestirà un ruolo fondamentale soprattuto per gli anni a venire più che per le sorti della band. Il produttore Martin Hannett - figura che non avrà altra fortuna - va alla ricerca di un suono secco, estremamente asettico ed essenziale. L’influenza della scuola berlinese dei due album di Bowie si sente; ne è figlia, anche se se ne discosta perchè in UK è arrivato il punk dei Sex Pistols. Poi c’è la copertina del primo disco: un’immagine – in negativo – delle frequenze elettromagnetiche prodotte dalla prima stella pulsar scoperta; il resto vien da sé con art-work essenziale; senza numerazione sui lati del vinile e credits solo all’interno dell’album. Le prime hits – Disorder e She’s Lost Control (il racconto della malattia e della morte di un’amica di Curtis, anche lei affetta da epilessia, a seguito di una crisi) – a dirla tutta, trovarono successo solo dopo l’uscita di Closer e soprattutto dopo la morte di Curtis. Inutile dire che i fatti di cronaca abbiano segnato irrimediabilmente le sorti della band e ne abbia in qualche modo generato anche la fortuna delle vendite: entrambi i dischi sono un crogiolo di oscurità, suoni distorti e malinconia; si sovrappongono alla perfezione alla storia turbolenta e sfortunata di Curtis. Tutto sembra coincidere alla perfezione, come nell’ultimo singolo, anch’esso postumo come Closer, che ne decreterà la definitiva consacrazione: Love Will Tear Us Apart Apart creò uno squarcio nella musica dell’epoca; troppo vero per poter raccontare una storia d’amore, incredibilmente romantico per non rappresentare realmente lo struggimento dell’artista per la fine della propria relazione. Difficile dire se con una discografia più ampia i Joy Division avrebbero resistito allo scorrere del tempo; ci si basa su cosa e rimasto e le loro canzoni sono come gocce di pioggia tristi e raminghe in un giorno freddo e dai colori desaturizzati.

Santa Lucia Villanova Mondovì

Il Santuario di Santa Lucia a Villanova Mondovì riapre i battenti

Il Santuario di Santa Lucia in Villanova Mondovì si staglia dal XVI secolo sul versante del Monte Calvario (o Momburgo) dominando la Valle Ellero ed è erede di un’antica devozione popolare, ancora oggi viva...

Che successo, il “Vespa Giro”: 121 vespe al raduno di Farigliano

Domenica 16 giugno, la seconda edizione del “Vespa Giro” con la partecipazione di 121 vespe provenienti da Piemonte e Liguria. L’evento è stato realizzato dal Comune di Farigliano con la collaborazione del “Vespa Club...

Dal 21 giugno via l’Area Pedonale nella parte sottana di piazza Maggiore: fino alla...

A partire da venerdì 21 giugno cambia temporaneamente la viabilità di Piazza e, in particolare, quella di piazza Maggiore. Dopo l’incontro pubblico con gli abitanti dello scorso 4 aprile - LEGGI QUI, infatti, l’Amministrazione...

Maxi incidente in galleria a Vicoforte: rimossi tutti i mezzi, galleria riaperta

Rimossi tutti i mezzi coinvolti nel grande incidente avvenuto questa mattina a Vicoforte - LEGGI QUI -  Al termine delle operazioni è stata riaperta la galleria sulla SS 28. L'INCIDENTE: https://www.unionemonregalese.it/2024/06/16/vicoforte-tre-feriti-in-codice-giallo-dopo-il-maxi-incidente-in-galleria/

Roccaforte: il raduno sezionale di Mondovì degli Alpini

Nella mattinata di domenica 16 giugno si è tenuto a Roccaforte Mondovì il raduno sezionale degli Alpini di Mondovì. Presenti in forze le sezioni locali, una cinquantina di gagliardetti,con alcune sezioni ospiti,...

A Mondovì a luglio e agosto attivo il servizio di “Scuola Materna estiva”

Anche per il 2024 il Comune di Mondovì attiverà la Scuola Materna estiva, con l’obiettivo di soddisfare le esigenze delle famiglie con genitori entrambi lavoratori, assicurando così un accompagnamento educativo-assistenziale durante il periodo delle...