Il ritorno di Paoletti al Vbc

Come opposto, dopo due anni, ecco di nuovo l'esperto marchigiano

Il ritorno di Paoletti al Vbc. La notizia del pomeriggio nel volleymercato 2020 è di quelle che sorprendono. A 38 anni suonati, ma con ancora una gran voglia di dimostrare la sua classe, Matteo Paoletti ha accettato la sfida propostagli dal presidente Augustoni e da coach Barbiero per guidare l'attacco del Vbc Mondovì nel prossimo campionato di A2. Con Borgogno e Cominetti formerà il trio biancoblù di schiacciatori di palla alta. Dovendo virare su un opposto italiano, vista l'acquisizione del cubano Macias in palleggio, il club monregalese ha preferito affidarsi "all'usato sicuro": un giocatore, ovviamente, non più giovane ma con esperienza, classe e che, soprattutto, è ancora un atleta top e ha voglia di mettersi in gioco. E poi Paoletti è già un idolo dell'Hagar Group e di tutta la tifoseria monregalese dopo le due stagioni (2016-17 e 2017-18) vissute con coach Barisciani a Mondovì. Classe 1982, Paoletti ha alle spalle una lunghissima carriera tra A1, A2 e B1: ha iniziato "vicino a casa" a Loreto, per poi esordire in A1 con la Lube Macerata nella stagione 2001-02. Da lì in poi ha indossato, tra le altre, le maglie di Castellana Grotte, Genova, Massa, Santa Croce, Reggio Emilia, Brescia. Dopo le due annate monregalesi (di cui una giocata a mezzo servizio per un grave infortunio al gomito), era tornato nelle Marche, in A3, con la Golden Plast Potenza Picena, poi trasferitasi a Civitanova.