Maturità 2020, oggi cominciano gli esami: la prima prova è… il termometro

Maturità 2020, oggi cominciano gli esami: la prima prova è... il termometro. Ecco come funziona la prova ai tempi del Covid-19

Maturità 2020, oggi cominciano gli esami: la prima prova è... il termometro. Ecco come funziona la prova ai tempi del Covid-19

Termoscanner, mascherine chirurgiche, igienizzante, moduli da compilare. Mantenere la distanza. Non è l'ingresso di un ospedale, ma di una scuola: oggi, mercoledì 17 giugno 2020, sono cominciati gli esami di Maturità. Della "nuova Maturità", inedita, in una forma mai vista: quella del coronavirus. Con la tensione costretta a stare nascosta dietro ai dpi, senza neppure potersi sfogare con un sorriso, una smorfia, magari uno sbuffo liberatorio.

Ed è così che si assiste a scene che sono quasi ironiche: perché cos'altro vuoi aspettarti da una situazione in cui non ci si vede in faccia da 120 giorni, e il primo incontro con prof o bidelli avviene con una mascherina che copre metà del viso? Quasi non ci riconosce. «Ma sei proprio tu?» Sì, prof, certo che sono io... «Ma non avevi i capelli corti?». Mi sono cresciuti, prof, i parrucchieri erano chiusi.... eccetera.

Alberghiero "Giolitti", Mondovì

COME FUNZIONA L'ESAME - Si attende il proprio turno fuori dall'istituto, si entra a orari predeterminati: ci si deve presentare sul posto 15 minuti prima dell'ora in cui si deve sostenere la prova. Quando si entra, si viene sottoposti a un controllo che pare un triage ospedaliero, e invece è solo la direttiva ministeriale: temperatura, modulo, documento di identità o badge. La prima prova è... il termometro: chi ha la temperatura superiore a 37,5 gradi non può sostenere l'esame. Viene isolato in una stanzina a parte, si avvisa il medico e poi lo si rimanda a casa. E la Maturità? La sosterrà più avanti, in una sessione supplementare convocata appositamente.

Liceo "Vasco-Beccaria-Govone", Mondovì

Lo studente può avere un accompagnatore, uno solo. Non è obbligatorio che sia un parente: c'è chi viene con un amico, chi col fidanzato o la fidanzata, col compagno o la compagna di classe. Qualcuno con la mamma o il papà. Poi si raggiunge l'aula di esame seguendo un percorso fisso (e se ne uscirà seguendone uno diverso), e si sostiene l'esame. Come? Coi banchi a distanza, con un computer collegato a schermo LIM che può essere usato solamente dal docente incaricato e su postazione (sedia, banco) che viene sanificata ogni volta. La prova dura 1 ora e la Commissione può esaminare al massimo cinque studenti al giorno. L'esame è un'unica prova orale che prende il via da un lavoro preparato dallo studente su un tema proposto dalla Scuola nelle settimane precedente, e trasmesso a distanza.

E per loro, ragazze e ragazzi che da quattro mesi non vedevano un'aula, un banco, un professore viso a viso, il ritorno a scuola dopo oltre cento giorni di "DAD" (didattica a distanza" avviene... sotto esame. In bocca al lupo a tutti loro.

___

VUOI ESSERE SEMPRE INFORMATO?
Sì, voglio le news gratis in tempo reale - ISCRIVITI AL CANALE TELEGRAM - CLICCA QUI
Sì, voglio le top news gratis ogni settimana - ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER - CLICCA QUI