Quando la “mascherina” serviva per la ceramica: il concorso a Mondovì

Nell'ambito delle iniziative per il decennale, il MOMUC - Museo della Ceramica di Mondovì organizza il concorso “L’altra mascherina”, omaggio all’impegno generoso del personale sanitario nella lotta al Coronavirus e a tutti coloro che hanno accudito e assistito le persone che si sono ammalate.

La mascherina è oggi un oggetto di uso quotidiano per tutti ed è il simbolo degli uomini e delle donne in prima linea contro la pandemia, ma è anche la definizione di una tecnica manuale e seriale utilizzata sin dal 1737 nella fiorentina manifattura Ginori di Doccia, poi adottata nell’Ottocento dall‘industria ceramica di Mondovì. Da carte oleata o stagnola e, in seguito, da sottili fogli di ottone o rame, venivano ricavate forme per decori da riportare su ceramica. La parte ritagliata e aperta della mascherina veniva appoggiata sull'oggetto in corrispondenza della porzione da decorare; era poi ripassata a pennello, tamponata a spugna o decorata, o decorata ad areografo. Quest'ultimo strumento consentiva di ottenere colorazioni delle superfici sia uniformi sia sfumate. Dopo essere stato sciolto nell'acqua, il colore veniva raccolto in un serbatoio dove era miscelato ad aria compressa e, grazie ad una pistola a spruzzo che attingeva dal serbatoio, veniva vaporizzato sulla superficie del biscotto da decorare.

Il concorso è aperto a tutti coloro che hanno voglia di scoprire e cimentarsi con la decorazione ceramica. I partecipanti dovranno immaginare un decoro a mascherina, disegnarlo e mandare una foto del disegno alla email museodellaceramicamondovi@gmail.com fino al 30 giugno, termine ultimo di presentazione dei materiali e chiusura definitiva del concorso nella sua fase di ricezione.

La giuria sarà composta dagli artisti del Collettivo Il Bastione San Maurizio (Adele Zunino, Cecilia Ceccherini, Donato Mariano, Emanuele Marullo, Francesca Bicego, Gianmaria Dellarossa, Giulia Fresca, Giulia Rebonato, Jacopo Mandich, Lisa Redetti, Mara Jvonne Raja, Marco Mattana, Mohsen B. Moghanjooghi, Silvia Cioni). Il collettivo, fondato nel 2014, ha realizzato diverse esperienze artistiche significative, anche all’interno del Museo della Ceramica di Mondovì. I giurati riceveranno e selezioneranno i materiali ricevuti e a loro insindacabile giudizio decideranno il vincitore. Il nome del vincitore sarà reso noto il 10 luglio. L’autore del disegno vincerà un corso ceramico di 6 ore di pittura tradizionale su ceramica tenuto dalla manifattura monregalese Besio 1842. Durante il corso di ceramica, il disegno vincitore sarà trasferito su un piatto. Il piatto realizzato verrà prodotto in più esemplari, uno dei quali entrerà nella collezione permanente del Museo e un altro verrà omaggiato al vincitore. Per ispirazione si possono consultare le immagini pubblicate sulla pagina Facebook del Museo a corredo del concorso.

Tutte le informazioni e le modalità di partecipazione al concorso “L’altra mascherina” sono disponibili sulla pagina Facebook del museo, @MuseoCeramicaMondovì. Gli hashtag delle celebrazioni per il decennale sono #DECIMOMUC #MOMUC10 #INFORMEMOMUC.

Scopri anche

Clavesana, maestra aggredita in paese da una mamma di un ex alunno

È stata avvicinata e aggredita all'uscita di un negozio, a Clavesana. La vittima è una maestra, che insegna alle Elementari del paese. Sarebbe stata individuata e poi insultata da una signora, mamma di un...

Manomette il cronotachigrafo, autista fermato e multato dalla Polizia a Fossano

Nella mattina di giovedì 2 febbraio una pattuglia della Sezione Polizia Stradale di Cuneo, nell’ambito dei controlli del traffico commerciale, fermava a Fossano un autotreno immatricolato in Italia e condotto da un cittadino italiano...

A Farigliano, Posta ad orario ridotto da tre anni: «Si torni almeno ai 5...

Ormai dal 2020, con l’inizio della pandemia da Covid, l’Ufficio postale di Farigliano è aperto con “orario ridotto”. I lockdown e le ripetute chiusure avevano infatti portato Poste Italiane a decidere di dimezzare le...

Bastia: le pietre d’inciampo dei bimbi della Primaria, al “Giardino della Pace”

Venerdì 27 novembre l’aria era gelida e pungente al “Giardino della Pace” di Bastia, proprio come doveva esserlo quel lontano giorno del 1945 ad Auschwits. Insieme al fumo dei comignoli si è levato nel...

Da Bene Vagienna il “mappamondo volante” dei Montgolfier, al Carnevale di Venezia

Altra realizzazione assolutamente “ad effetto” per la “Fly In” di Bene Vagienna, l’azienda di Mauro Oggero specializzata nella creazioni di grandi opere gonfiabili, che in passato ha dato vita a progetti come il megastore...

Mondovì, ecco i cartelli elettronici che avviseranno dei blocchi del traffico

Da ieri, lunedì 30 gennaio, sono stati piazzati a Mondovì i primi cartelli elettronici che avviseranno dei blocchi del traffico. Il Comune spiega: «La città di Mondovì, insieme ad altri 76 Comuni del Piemonte, deve...