Volley: Giulia De Nardi, un libero di alto livello per la nuova Lpm Bam Mondovì

26 anni, nata e cresciuta sportivamente a Conegliano. Il ds Paolo Borello l'ha prelevata direttamente dalla massima serie, tra le fila de "Il Bisonte" Firenze. Ora il sestetto titolare del Puma è al completo

26 anni, veneta di Conegliano, patria del volley, libero dalle grandissime qualità, reduce da una prestigiosa stagione in serie A1 con la maglia de "Il Bisonte" Firenze, dopo un anno in A2 a Martignacco. È questo, in brevissimo, l'identikit di Giulia De Nardi, nuovo libero della Lpm Bam Mondovì, scelta dal ds Paolo Borello per il delicatissimo compito di sostituire capitan Silvia Agostino. De Nardi è cresciuta pallavolisticamente nel settore giovanile della Spes Conegliano (all’epoca in A1), poi a 17 anni è passata al Volley Porcia, in B1. Negli anni successivi ha giocato fra B1, B2 e C in varie squadre della sua zona, poi a 22 anni ecco l'inizio della sua fulminante parabola ascendente. Nel 2016-17 è a San Giovanni al Natisone, dove ottiene la promozione dalla B2 alla B1, mentre nella stagione successiva si trasferisce appunto Martignacco, in B1, centrando subito la promozione in A2 e rimanendo un altro anno alla Itas per giocare il suo primo campionato nella seconda categoria nazionale. Il resto è storia recentissima, tutta al "gusto" di A1...

L'arrivo di Giulia rappresenta un rinforzo di assoluto rilievo per la Lpm Bam, chiamata appunto a risistemare la seconda linea, dopo che le strade tra la società e il suo ormai ex libero-capitano Silvia Agostino si sono divise. Con l'innesto di De Nardi, di fatto, il Puma completa il sestetto titolare, che sarà composto da Scola in palleggio, Taborelli opposta, Tanase e l'americana Hardeman in banda e la coppia Molinaro-Mazzon al centro. Una squadra praticamente tutta nuova rispetto a quella vista sul taraflex del PalaManera nelle ultime stagioni. Una rosa completamente "rivoluzionata", molto giovane e composta da giocatrici dalle indubbie qualità, desiderose di dimostrare fin da subito, sul campo, tutto il loro valore. Ora, per ultimare l'organico, si attendono ancora almeno un paio di operazioni in entrata; servono infatti un secondo palleggio (Bonifazi non resterà a Mondovì) e una banda.