La Bisalta premia i ragazzi “terribili” della Juniores

15 partite, 15 vittorie. In molti sono pronti per il salto in Prima. Premiata anche la squadra di calcio a 5, fresca di promozione in C2

Il 2002, quando l’Asd Bisalta prendeva forma, era l’anno di nascita di molti di quei ragazzi, che sono ormai “fatti e finiti” per il salto in prima squadra. Quasi un numero nel destino, per un appuntamento, quello tra due anni del ventennale, che qui – a Beinette, Chiusa Pesio e Peveragno (i tre paese riuniti sotto i colori rossoblu) – vuole essere festeggiato a dovere e con ambizione.

Partendo da loro, i giovani, quella leva che lo scorso anno nella Juniores Provinciale (allenatore Franco Rinaldo) ha fatto da rullo compressore: 15 partite, 15 vittorie prima della chiusura anticipata dei campionati. Sono stati premiati tutti nel corso della serata “di gala” allestita venerdì sera allo “Smac” di Peveragno, che con i suoi ampi locali ha permesso di venire incontro alle normative anticontagio. L’ultimo, accolto dall’ovazione, è stato il bomber indiscusso Francesco Meineri (il ragazzo dai 56 gol totali). Ma per la Bisalta il 2019-20 è stata un’annata trionfale anche per la squadra di calcio a cinque (mister Andrea Faccia), che ha conquistato di diritto la promozione in serie C2.

 

LEGGI ANCHE: Bisalta, mister Santini, Ezio Dho e Gioele Turco nella squadra che verrà

Sul palco il presidente Gabriele Mauro ha ricordato questi 20 anni di presidenza, con lo sguardo però già proiettato all'orizzonte: «L’obiettivo è la promozione, ma migliorando ogni anno il nostro ricco settore giovanile. Abbiamo due nostri giocatori (leve 2009 e 2010) alla Juventus, altri due in procinto di farlo». In Prima Categoria, come spiega il dg Raffaele D’Errico, saranno integrati in rosa 7-8 elementi dalla Juniores. «Da qui la scelta di affidarci nel ruolo di ds a Gioele Turco, che ha solo 23 anni, ma ha già seguito questi ragazzi fino dove sono arrivati. É poi affiancato nella carica al più esperto Ezio Dho. Ci stiamo muovendo sul mercato per offrire al mister Corrado Santini il giusto equilibrio fra gioventù ed esperienza».

Servizio sull'"Unione Monregalese" del 1° luglio