L’esperienza del corso serale al “Baruffi” di Mondovì

Studenti dai 19 agli 86 anni. In 23 hanno frequentato le lezioni

L’esperienza del corso serale al “Baruffi” di Mondovì
L’esperienza del corso serale al “Baruffi” di Mondovì

L’esperienza del corso serale al “Baruffi” di Mondovì. L’Istituto ha istituito il corso serale in Ragioneria in collaborazione con il CPIA di Alba. Tre anni di lezioni, 9 le materie insegnate, orario del corso dalle 18,30 alle 22,40, dal lunedì al venerdì. 23 sono stati gli alunni frequentanti la cui età anagrafica varia dai 19 agli 86 anni.
Quest’ultimo anno, il corso ha visto l’attivazione della didattica a distanza per l’emergenza Covid con la distribuzione di tablet e chiavette internet da parte dell’Istituto. «La didattica a distanza – spiegano i docenti – ha visto iniziali difficoltà: le connessioni non erano sempre ottimali e la mancanza di un contatto durante la spiegazione ha reso sia l’insegnamento sia l’apprendimento meno coinvolgenti; nonostante questo, gli alunni sono riusciti a prepararsi per la sfida finale dell’esame di Stato 2019/2020, il quale strutturato attorno ad un’unica prova orale di 60 minuti, suddivisa in cinque parti e svoltasi dal 17 al 20 giugno. La classe presenta una buona riuscita, con ben due candidati che hanno ottenuto il massimo dei voti: Emanuele Mondino e Giovanni Spagnolo. C’è un alunno con più esperienza, Bruno Casto, il quale non ha voluto partecipare all’esame finale ma ha sostenuto i ragazzi durante i giorni dell’esame ed è stato un punto di riferimento per loro durante tutto l’anno scolastico».

L’esperienza del corso serale al “Baruffi” di Mondovì

Spiega Emanuele Mondino rappresentante di classe: «Ci siamo lanciati in questo percorso tre anni fa dopo molto tempo di inattività nel mondo della scuola, non è stato facile per tutti noi dividere il tempo tra lavoro e famiglia ed impegni vari, ma ci eravamo proposti un obiettivo da raggiungere ed eravamo determinati. Grazie al sostegno dei professori che ci hanno guidato e sostenuto in questi anni, abbiamo raggiunto risultati talvolta inaspettati. Desidero ringraziare il preside Giacomo Melino e l’Istituto “Baruffi” per averci dato quest’occasione che ci ha permesso di diventare “maturi” anche se con qualche anno di ritardo. Una particolare menzione va a Bruno Casto, il nostro compagno di classe di ben 86 anni, che è stato mentore e sostenitore per tutta la classe il quale ha iniziato il percorso con noi e ci è rimasto accanto fino alla fine. Mi sentirei quindi di consigliare questo tipo di percorso a chi, per vari motivi, non è riuscito a concludere il percorso scolastico. Insomma come si dice:” Meglio tardi che mai”». Tutti i professori hanno riconosciuto il forte valore di questa esperienza e del traguardo raggiunto: «Sicuramente uno degli obiettivi del corso serale per il prossimo anno è riuscire a creare un gruppo classe coeso e solidale come la 5° AFM ha dimostrato di essere, capace di creare un ambiente piacevole di insegnamento e di resistere di fronte alle difficoltà riscontrate durante questo periodo».

 

___

VUOI ESSERE SEMPRE INFORMATO?
Sì, voglio le news gratis in tempo reale - ISCRIVITI AL CANALE TELEGRAM - CLICCA QUI
Sì, voglio le top news gratis ogni settimana - ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER - CLICCA QUI