Peveragno: lavori della fibra bloccati. Open Fiber: “Contiamo di finire entro l’autunno”

Nel corso del Consiglio comunale il sindaco Paolo Renaudi ha comunicato che i lavori per la banda ultra larga sono fermi. Open Fiber fa il punto della situazione e rassicura: "entro l'autunno contiamo di finire"

«I lavori per la fibra a Peveragno attualmente sono fermi». Lo ha dichiarato il sindaco Paolo Renaudi, nel corso dell'ultimo Consiglio comunale, a Peveragno, svoltosi lo scorso giovedì. Il primo cittadino ha portato l'attenzione sulla situazione dei lavori della posa della Banda Ultra Larga, paradossalmente paralizzati. «La fibra non ha finito di fare la parte finale di chiusura. In questo momento siamo fermi, Open Fiber ci ha comunicato che attualmente non ci sono ditte titolari di subappalto disponibili a continuare i lavori, per il momento siamo bloccati».

Open Fiber, interpellata in merito, ha dato la propria risposta circa la situazione peveragnese, rassicurando: si tratta di una difficoltà momentanea, si conta di concludere i lavori entro l'autunno

Open Fiber: "I lavori ripartiranno con regolarità entro poche settimane"
«Open Fiber sta realizzando anche a Peveragno una rete a banda ultra larga nell’ambito del progetto #BUL di Infratel, nato con l’obiettivo di colmare il digital divide delle aree bianche del Paese.
Ad oggi a Peveragno è stato realizzato circa il 50% dell’infrastruttura civile progettata. L’emergenza Covid_19, soprattutto nelle Regioni più colpite, tra cui il Piemonte, ha rallentato l’avanzamento dei lavori in qualche comune a causa delle difficoltà riscontrate dalle imprese incaricate da Open Fiber dei lavori di posa della rete in fibra ottica, costrette a fare a meno di manodopera sui cantieri e a fare i conti con una gestione molto difficile delle attività. È quanto accaduto anche a Peveragno e in altri comuni del cuneese, dove le imprese in subappalto hanno lamentato forti criticità relative al reperimento dei materiali e all’organizzazione delle squadre da impiegare sui cantieri. A queste difficoltà, si aggiunge una crisi generale del settore che sta falcidiando numerose realtà che operano nell’edilizia e nelle telecomunicazioni, sia a livello nazionale che locale.
Open Fiber, che in piena emergenza Covid_19 ha supportato le società della filiera in molte necessità, finanche dal punto di vista economico, anticipando ad esempio il pagamento delle fatture nel mese di marzo, ha convocato nel corso delle ultime settimane tutte le imprese in subappalto, richiamandole alle loro responsabilità e comminando loro delle sanzioni, laddove opportuno, L’azienda ha ricevuto rassicurazioni dai consorzi incaricati dei lavori, che stanno riorganizzando le attività e il personale con l’obiettivo di venire incontro alle esigenze della concessionaria del bando pubblico, che sta mettendo in campo ogni azione necessaria per accelerare e raggiungere tutti gli obiettivi previsti per il 2020. A tal proposito, va ricordato che recentemente il cda di Open Fiber ha approvato il nuovo piano industriale, le cui risorse saranno utilizzate anche per sostenere il roll out della rete nelle aree bianche, e che a breve partirà una nuova gara per l’assegnazione dei lavori, che riguarderà anche il Piemonte, con l’obiettivo di incrementare in maniera sensibile la manodopera destinata ai cantieri del piano #BUL.
Anche a Peveragno Open Fiber, entro poche settimane, conta di far ripartire i lavori con regolarità e di portare a collaudo il comune entro l’autunno.