Garessio: il Palio delle Borgate 2020 non verrà assegnato

«Proseguiremo con il “Palio in fiore”, per rispetto del grande impegno mostrato da chi ha lavorato per allestire le aree, e sarà un segnale di rinascita del nostro territorio dopo questo periodo di crisi, ma il “Palio 2020”, a malincuore, finisce qui e non verrà assegnato». Così l’associazione “Palio delle borgate” di Garessio che, pochi minuti fa, ha annunciato sulla propria pagina facebook che l’edizione 2020 del “Palio”, lanciata a inizio febbraio sulle piste di Garessio 2000 e proseguita anche durante il lockdown con divertenti giochi e competizioni video da svolgere in casa, in assoluta sicurezza, si ferma. «Ieri sera il direttivo si è riunito – spiega l’associazione –, per capire se fosse possibile continuare e come. Purtroppo le regole anti-Covid, che ci toglierebbero il pubblico che è motore dell’evento e che impegnerebbero tutti nella sicurezza, e l’impossibilità di essere a pieno organico per controllarne il rispetto, non ci permettono di fare molto. Si è anche valutata l’ipotesi di spostare la conclusione in autunno o a fine anno, ma è da scartare perché regna l’incertezza».