Pro loco Carrù, confermato il direttivo Nasari: «Accertamenti fiscali sulla gestione che ci ha preceduto»

Verbale da quasi 40mila euro: funzionari dall’agenzia dell’entrate per controlli sul 2016. Gino Nasari confermato presidente, quattro nuovi ingressi: Alberto Ascione, Fabiola Provasi, Federica Ferrero e Roberto Torre

Il direttivo Pro loco con il presidente Gino Nasari ed il sindaco Stefania Ieriti

I fatti risalgono all’inizio di quest’anno e, ora, di fronte all’assemblea straordinaria con i soci, il presidente (fresco di riconferma) della Pro loco di Carrù, Gino Nasari, ha voluto comunicarli al paese. «Il 27 gennaio abbiamo ricevuto la visita di due funzionari dell’Agenzia delle Entrate di Cuneo per una verifica fiscale che è relativa, è bene specificarlo, all’anno 2016. Noi come direttivo ci siamo insediati solo a metà 2017, ma l’Ente Pro loco, come tutte le Associazioni, ha continuato la sua vita con la stessa partita Iva». La situazione si è evoluta fino alla notifica, il 27 febbraio, di un verbale (indica il “tomo” di pagine, ndr). Poi c’è stato il Covid e questa situazione è ancora in corso». Al suo fianco la ragioniera Ivana Bodello dell’Unpli Cuneo (l’Unione nazionale della Pro loco) (...).

Articolo completo sull'"Unione Monregalese" del 15 luglio 2020. Sei abbonato? Clicca qui

90mila euro riversati al paese

Poco prima, lunedì sera, sotto l’ala Borsarelli predisposta ad hoc con le sedie distanziate («Purtroppo, da normativa, non possiamo neanche offrirvi un caffè») ha accolto i soci per l’approvazione del bilancio e rinnovo cariche. E ci sono anche altre cifre che rendono fin meglio l’impatto di questi tre anni di Pro loco. «Fatturando, abbiamo dato in totale allo Stato 76mila euro di Iva e imposte per 25mila euro sugli incassi». In più ci sono tutta una serie di attività e donazioni “riversate” sul paese. «É un calcolo sfizioso, ma tra contributi, spese, cene ed eventi gratuiti si raggiunge una cifra che ammonta a 86mila e 500 euro».

Il nuovo direttivo 

Approvato all’unanimità il bilancio e confermato il direttivo fino al 2023, con il gradito innesto di quattro “new” entry: i giovani Alberto Ascione e Fabiola Provasi con Federica Ferrero e Roberto Torre. Confermati in Consiglio Giovanni Lubatti, Roberto Bracco (tesoriere), Roberto Ferrua, Alessandra Bracco (vicepresidente), Gino Nasari (presidente), Carlo De Filippi, Carlo Cavarero e Dario Gazzola (segretario). Un bell’incremento da 9 a 12. In più nominati i tre revisori dei conti: l’architetto Filippo Milani, Stefano Forzano e Roberto Lubatti. «Sono strafelice dei nuovi ingressi», conclude Nasari, salutando «Silvia Filippi, Mario Borra e Gianni Barbero, che lasciano il direttivo, ma continueranno sempre ad impegnarsi come tutti i fantastici volontari che abbiamo». Sperando di tornare il più presto ad organizzare.