Akira e le Olimpiadi di Tokyo 2020

Quando un cartone animato giapponese prevedeva il futuro

Dal 23 luglio all’8 agosto 2020 avrebbero dovuto tenersi a Tokyo i trentaduesimi Giochi olimpici, saltati, come è noto, per via della terribile pandemia del Covid-19 che ha sconvolto il mondo, ben lungi dall’essere terminata anche se in Italia si è superato il picco massimo e si è avuto un parziale – e dubbioso – ritorno a una “nuova normalità”. Si preparava oltretutto una possibile polemica che è sfumata, per l’annullamento delle Olimpiadi, o forse solo rimandata all’anno prossimo: i giapponesi infatti avevano deciso di non rinunciare al simbolo della svastika, che in Oriente ha una valenza positiva fin dal suo apparire, nel 3000 a.C., nella valle dell’Indo. Fu poi il nazionalsocialismo a riprenderla da quella tradizione (in Europa, la svastika come simbolo positivo del ciclo di reincarnazione e della circolarità della natura era stato portato dalla Teosofia di fine ‘800), rovesciandone il senso in un simbolo mortifero e detestabile. Ma l’annullamento delle Olimpiadi di Tokyo ha creato una di quelle coincidenze che hanno dell’incredibile. Per la promozione dell’evento, infatti, in Giappone si è sottolineata molto la coincidenza con le Olimpiadi di New-Tokyo del 2020 che fanno da sfondo al manga e all’anime di Akira (1982 e 1988) di Katsuhiro Otomo, uno dei capolavori del cyberpunk nipponico e mondiale. Alcuni elementi hanno anche una matrice italiana, come riconosciuto pure da studi orientali quale “Tetsuo and Marinetti: Akira as a cyberpunk critique of futurist modernity” di Zach Gottesman della Korea University di Seoul, Corea del Sud. In questo saggio, si fa un parallelo tra il futurismo architettonico dell’Italia fascista e quello di questo Giappone credibilmente futuribile, trovando un sottile trait-d’union in un comune spirito totalitario: quello corporativo fascista, quello delle mega-corporation nel cyberpunk. Se infatti al centro della vicenda del film di Otomo ci sono gli Esper, ragazzi dotati di poteri psichici potenzialmente in grado di portare alla distruzione completa di una città, sullo sfondo viene descritta una società ipertecnologica e corrotta, che punta sull’evento olimpico come momento di rigenerazione che naturalmente fallirà. Le Olimpiadi di New-Tokyo saranno annullate a causa degli eventi interni all’opera: e due altre edizioni erano state annullate in precedenza, visto che sono i giochi olimpici n.30, invece che 32 (però, in teoria, anche in caso di giochi olimpici sospesi per il quadriennio non si annulla per convenzione la numerazione). La cosa sorprendente, che sta tornando di moda oggi, è che si parlava già di un annullamento a causa della diffusione di una epidemia globale (vedi ad esempio qui). Ci sono numerosi altri casi di presunte “profezie del 2020”, naturalmente, di cui abbiamo scritto in numeri precedenti. Ma questo caso è particolarmente inquietante.


Il Monregalese è un meraviglioso scrigno di tesori
scoprilo su VIAGGIO NEL MONTE REGALE
il sito internet del territorio con informazioni, notizie, itinerari, curiosità
per orientarsi tra arte, cultura, enogastronomia, outdoor


VUOI ESSERE SEMPRE INFORMATO?
Sì, voglio le news gratis in tempo reale - ISCRIVITI AL CANALE TELEGRAM - CLICCA QUI
Sì, voglio le top news gratis ogni settimana - ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER - CLICCA QUI