Mondovì oggi svela la “sound art” di Liliana Moro

Mondovì oggi svela la "sound art" di Liliana Moro: l'opera che trasforma la Torre in una "cassa di risonanza" da scoprire mentre si sale verso la sommità

mondovì sound art liliana moro

Mondovì oggi svela la "sound art" di Liliana Moro: l'opera che trasforma la Torre in una "cassa di risonanza" da scoprire mentre si sale verso la sommità

Verrà svelata oggi, venerdì 24 luglio alle 18, la nuova opera di sound art nella Torre del Belvedere di Mondovì Piazza: Cosa ascolto quando ascolto lo scorrere del tempo?.
Un progetto realizzato nella Torre – un luogo simbolico che incarna l’identità della Città di Mondovì - da Liliana Moro, artista di fama internazionale (milanese, è tra gli artisti del Padiglione Italia della 58esima Biennale di Venezia), chiamata da Art.ur, nella cornice del progetto ZOOART "ARCA". È il primo appuntamento che segna l’avvio di un percorso di valorizzazione di luoghi e beni di grande valore storico, attraverso l’ideazione e la realizzazione di interventi artistici che sappiano ‘ascoltare’ e riflettere la densità dei luoghi.

L'OPERA
La domanda che l’artista si chiede in prima persona può essere un ottimo stimolo per porci lo stesso quesito: Cosa ascolto quando ascolto lo scorrere del tempo? Punto di riflessione, interrogativo intimo o, semplicemente, domanda aperta che merita le più disparate reazioni, questo interrogativo da il titolo alla nuova installazione.Il tempo è il fulcro del progetto di Liliana Moro, che ha trasformato la Torre in una grande cassa acustica che riceve e amplifica un respiro metafisico fatto di suoni.

L’opera realizzata è un’esperienza immersiva che ci porta a vivere, in maniera personale, una diversa dimensione sia tempo che del luogo. In Cosa ascolto quando ascolto lo scorrere del tempo? l’artista ci mette davanti ad un interrogativo la cui risposta non può che essere parziale; una soluzione individuale e personalissima da cui scaturiscono ben altre riflessioni. Indagine sul tempo, sul come lo viviamo e che reazioni abbiamo con e su di esso: suono, ritmo, flusso, il tempo è una ‘materia’ liquida che grazia all’opera della Moro, diventa una sorta di linfa scaturita dal luogo stesso. L’installazione, legandosi alla storia e al luogo, si sviluppa in verticale, portandoci idealmente e fisicamente dal basso della Torre, fino alla terrazza più alta, dove suono e tempo si fondono nel paesaggio che circonda la città.

Durante l’inaugurazione di venerdì 24, ci sarà l’opportunità di visitare l’opera e la Torre alla presenza dell’artista e sarà anche possibile conoscere meglio la storia del Parco del Belvedere raccontata da guide turistiche.

 

La Moro ha già effettuato un sopralluogo a Mondovì giovedì 21 maggio. Ad accompagnare l'artista erano presenti il vicesindaco e assessore alla Cultura Luca Olivieri, la presidente di ART.UR. Michela Giuggia, la direttrice del Museo della ceramica Cristiana Fissore, il rappresentante di ATL Fabio Dalmasso e il presidente dell’Associazione "La Funicolare" Mattia Germone. «La Torre è un sito stupendo - aveva commentato l'artista -  Non so ancora dire a che tipo di installazione lavorerò, ma ovviamente sarà qualcosa di adeguato e rispettoso del luogo. Cosa mi ha colpito di più? Il pendolo dell'orologio, sicuramente». Un'iniziativa che fa parte del progetto ZOOART "ARCA", organizzata e promossa dall’Associazione Art.ur con il patrocinio della Città di Mondovì e con il contributo della Regione Piemonte, della Fondazione CRC e della Fondazione CRT.

 


Il Monregalese è un meraviglioso scrigno di tesori
scoprilo su VIAGGIO NEL MONTE REGALE
il sito internet del territorio con informazioni, notizie, itinerari, curiosità
per orientarsi tra arte, cultura, enogastronomia, outdoor


VUOI ESSERE SEMPRE INFORMATO?
Sì, voglio le news gratis in tempo reale - ISCRIVITI AL CANALE TELEGRAM - CLICCA QUI
Sì, voglio le top news gratis ogni settimana - ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER - CLICCA QUI