Politiche giovanili, il bilancio del Circolo delle Idee di Mondovì

Il bilancio del Circolo delle Idee di Mondovì. Il progetto delle politiche giovanili fa il punto dopo 16 mesi di lavoro, eventi e progetti

Coi piedi per terra, ma pensando in grande. La sera di venerdì 31 luglio, nella sede del Consiglio comunale di Mondovì, il Circolo delle Idee ha presentato il bilancio di un anno e mezzo di attività.

Il Direttivo nasce nel febbraio 2019 (leggi qui). Il Circolo ha in pratica raccolto l'eredità della precedente Consulta Giovanile, che negli anni si era un po' “arenata”. Sotto la spinta dell'assessorato alle Politiche giovanili (Luca Robaldo), il Circolo ha impostato un lavoro basato su gruppi interni che, in circa 16 mesi, hanno prodotto tante iniziative. Oggi il Circolo conta 65 iscritti attivi dai 15 ai 34 anni, quasi equamente divisi tra ragazze e ragazzi.

La relazione del presidente Alessandro Terreno ha riassunto un anno e mezzo di attività: «Le nostre parole chiave sono state: determinazione, passione e consapevolezza. In questo anno e mezzo di lavoro abbiamo provato ad ascoltare. Abbiamo collaborato col Comune ogni volta che ci è stato richiesto. Abbiamo promosso progetti su quattro linee di interesse: l'ambito sociale, con eventi come il “Friday for future” ovvero la marcia di sensibilizzazione ambientale con 1200 partecipanti, l'appoggio alle campagne di UNICEF, la collaborazione con la LILT e con “ASSO” per la raccolta fondi in favore dell'Ospedale di Mondovì durante il lock down a cui abbiamo contribuito con 11 mila euro; il secondo è l'ambito culturale: con un concorso letterario durante la quarantena e con aneddoti sulla storia di Mondovì diffusi via social; il terzo ambito è quello degli eventi: abbiamo organizzato incontri nei locali della città, l'evento “Open” serale a Piazza; infine c'è l'ambito civico: le vendite delle sculture “Cracking Art”, attraverso cui andremo a creare in alcune zone della città aree di studio all'aperto, e il restauro di alcune targhe pubbliche in città».

Infine, uno sguardo ai progetti futuri. «Vogliamo creare una sinergia tra il divertimento e la parte culturale. Vogliamo dare vita a un evento che si chiama “Idee d'impresa”, un festival dedicato a mettere i giovani in contatto con le attività imprenditoriali. L'evento, che nel primo anno sarebbe dedicato al turismo, comprenderebbe un dibattito con tre imprenditori che presenteranno il loro background, un contest per l'avvio di start-up, e uno studio sui business attuabili nel cuneese». Ultimo tema: un progetto di “riciclaggio delle mascherine”, legato dunque nuovamente alle tematiche ambientali.

Al Circolo e al presidente sono giunti i complimenti sia dai banchi dell'opposizione (i consiglieri Tarolli e Caramello) che della maggioranza (i consiglieri Bruno Di Clarafond, l'assessore Robaldo, il sindaco Adriano e il presidente Tomatis).

___________

VUOI ESSERE SEMPRE INFORMATO?
Sì, voglio le news gratis in tempo reale - ISCRIVITI AL CANALE TELEGRAM - CLICCA QUI
Sì, voglio le top news gratis ogni settimana - ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER - CLICCA QUI