Mondovì: maggioranza spiazzata o incerta sul “caso Battaglio”? RIVEDI IL VIDEO

«Mi piacerebbe sapere se l'attuale maggioranza è ancora la stessa, o se conta un componente in meno». La domanda esplode col frastuono di un petardo in una cattedrale. A porla, la sera del 31 luglio, è stato il consigliere di opposizione del centrosinistra Stefano Tarolli, che indica i banchi della maggioranza dove, quella sera, non era presente Giancarlo Battaglio.

L'ANTEFATTO
L'antefatto politico, ormai, lo conoscono tutti. O quantomeno, tutti coloro che a Mondovì abbiano seguito un minimo di cronaca amministrativa nelle ultime due settimane: con una dichiarazione scritta trasmessa ai giornali, firmata da lui per conto del suo gruppo politico "Ideali in Comune", Battaglio si è ufficialmente «dissociato» dalla scelta dell'Amministrazione di cui è parte di nominare in Fondazione CRC Gabriele Campora (leggi qui). Nel comunicato si leggeva sia una frecciata al diretto interessato, Campora («tra coloro che avevano aderito all’apposito bando si dovevano cercare nominativi, presenti tra i candidati, con i requisiti richiesti dallo Statuto») che a chi lo ha proposto («un’attenta valutazione delle norme avrebbe potuto evitare la bocciatura che ha coinvolto il candidato»). Alla posizione di Battaglio, il Patto Civico (la maggioranza) ha replicato con queste parole: «Alla fame di poltrone non si comanda. Buon futuro». Sui retroscena politici e sulla preferenza espressa da Battaglio per un altro nome, si è già scritto: ma è un dato di fatto che "Ideali in Comune" avrebbe preferito altri candidati.

All'indomani di una settimana in cui si sono rincorsi comunicati, repliche ai comunicati e perfino un inedito e un po' surreale "Comunicato di precisazione al comunicato precedente", era lecito aspettarsi un po' di chiarezza.
E invece, no.

GUARDA IL VIDEO

IN CONSIGLIO COMUNALE

Tarolli prende la parola con un escamotage politico che sorprende tutti: «Una raccomandazione verbale al sindaco» dice, con tanto di citazione dell'articolo 65 del regolamento consigliare. Dai banchi della Giunta, l'Amministrazione si scambia sguardi interrogativi: dove vuole andare a parare? Tarolli va dritto al punto, cercando di stanare il sindaco sul caso politico: «Così come vengono date informazioni sulle deleghe, mi piacerebbe sapere se il consigliere Battaglio fa ancora parte della maggioranza. Lo chiederemmo al diretto interessato, ma non è qua».

Quasi immediatamente, il presidente del Consiglio Elio Tomatis prende la parola risponde che il consigliere è "assente giustificato" per ragioni personali e che aveva comunicato in anticipo la sua assenza. Un'assenza che dunque non avrebbe assolutamente nulla a che vedere con la polemica esplosa interna alla maggioranza, sulla questione delle nomine per la Fondazione CRC (leggi qui). Battaglio stesso aveva avvisato alcuni colleghi di maggioranza della sua assenza, dicendo loro espressamente che si attendeva la "maligna" osservazione sulla non-presenza e autorizzandoli a spiegare che era dovuta esclusivamente a motivi di famiglia.

E fin qua, tutto bene. Però non è tutto qua: prima di dare la parola al sindaco, Tomatis interviene anche nel suo ruolo politico. Parlando non da presidente del Consiglio, ma nelle vesti di "colonna fondante" (una delle tre) del Patto Civico di Adriano: «Per quanto mi riguarda, per me a oggi la maggioranza è la stessa che ha vinto le elezioni in tutte le sue componenti. Non ho notizie diverse». Il sindaco si accoda: «Né notizie diverse sono state date ai giornali. Qualcuno legittimamente interpreta le dichiarazioni. A oggi, questo è lo stato dell'arte».

I rumors fuori dal Consiglio sono letteralmente a 360 gradi: «ma allora è dentro o è fuori?», «per me, è fuori», «per me, non è mai stato fuori», «non si è ancora deciso». L'impressione, vista dai banchi del pubblico, è quella di una maggioranza spiazzata. Dalla domanda, esplosa senza che ce la si aspettasse. Ma anche dalla consapevolezza di non avere una risposta definita.

___________

VUOI ESSERE SEMPRE INFORMATO?
Sì, voglio le news gratis in tempo reale - ISCRIVITI AL CANALE TELEGRAM - CLICCA QUI
Sì, voglio le top news gratis ogni settimana - ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER - CLICCA QUI