Concerto di Ferragosto nel Castello di Casotto: sarà dedicato a chi ha combattuto il COVD

A Torino in Regione Piemonte si è tenuta la conferenza stampa di presentazione ufficiale del Concerto di Ferragosto, trasmesso in diretta dalla redazione del TgR Piemonte, e realizzato presso la reggia di Casotto a Garessio. Sono intervenuti il presidente Cirio e il vice presidente Fabio Carosso, con delega alla montagna, il presidente della fondazione Crc di Cuneo, Luca Chiapella della Camera di Commercio di Cuneo, la direttrice dell'Atl Cuneo Daniela Silvestrin, il sindaco di Garessio, Ferruccio Fazio, il caporedattore vicario Francesco Marino del TgR e il maestro Andrea Oddone, che dirigerà l'orchestra Bruni.

L'evento, per la prima volta, non sarà aperto al pubblico, potranno parteciparvi solo un'ottantina di persone, su invito. Si tratta per la maggioranza di operatori sanitari, non solo del cuneeese ma provenienti da tutta Italia. Il concerto di quest'anno infatti, oltre a commemorare le vittime del Coronavirus, vuole esprimere anche un ringraziamento a tutti coloro che si sono spesi con abnegazione e spirito di sacrificio per salvare tante vite.

«Si è deciso di evitare un assembramento importante e rischioso - ha detto il vicepresidente Carosso - che richiama migliaia di persone. Quest'anno abbiamo scelto una location particolare: la Reggia di Valcasotto, che era chiusa da qualche anno. Grazie alla compagnia di San Paolo, alle Fondazioni e alla Regione Piemonte sarà possibile aprirla e renderla visitabile anche per tutto il mese di agosto. Sarà un'occasione unica di visitarla, dopo più di 10 anni di chiusura».

«Il castello sarà visitabile a partire dal 17 agosto -  ha dichiarato il sindaco di Garessio, Fazio - Una struttura magnifica, si potrà vedere l'ala nord, la cappella e la vecchia parte della Certosa. Un monumento che impreziosisce Garessio e Pamparato, ma anche tutta la provincia di Cuneo. Grazie alla Regione per aver fatto uno sforzo importante e davvero non banale».

Il programma, illustrato dal maestro Oddone, si aprirà con un omaggio a Ennio Morricone: sarà il suo "Tema di Deborah" a inaugurare la diretta alle 12.45. Si proseguirà con un brano giovanile di Rossini, strumentato per orchestra d'archi, e con un brano di Lorenzo Perosi, in omaggio alle vittime del Covid 19. Si proseguirà poi con 4 arie da salotto per la voce del tenore Fabio Armigliato (musicista di fama internazionale, che ha cantato sui palcoscenici più prestigiosi del mondo e la cui voce compare nel film di Woody Allen "To Rome with Love") e si concluderà con l'intermezzo della Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni. Il caporedattore Marino ha spiegato che, per le limitazioni anti covid, è stato necessario pensare anche a una forma consona per l'orchestra, rinunciando ad alcuni strumenti. I conduttori dell'evento saranno i giornalisti Chiara Pottini e Gabriele Russo. Saranno impiegati ben 25 persone tra tecnici e personale di ripresa, per i 70 minuti complessivi della diretta. Da Casotto il tg3 effettuerà due collegamenti, nelle edizioni del tg. Marino ha evidenziato come, in seguito agli svecchiamenti del format negli ultimi anni, i risultati in termini di auditel e di contatti siano stati sempre più soddisfacenti, giungendo a picchi importanti nelle edizioni 2018 e 2019.

Il vicepresidente Fabio Carosso anticipa qualche notizia circa il futuro della Reggia di Casotto: «Nostra intenzione inserire il Castello di Casotto come altre proprietà della Regione Piemonte in una fase di recupero e ristrutturazione dell'immobile. Il castello sarà usato come sede di questo importante concerto, non vogliamo sprecare le risorse impiegate in questa prima sistemazione, a settembre ottobre ci saranno altre notizie relative a questo stabile che vorremmo rendere fruibili per valorizzarli»