Volley: presentata a Norea la nuova squadra della Lpm Bam Mondovì

Pranzo "informale", con sponsor e giornalisti, per una formazione rivoluzionata, giovanissima e molto ambiziosa. Partita la preparazione fisica in vista del prossimo campionato di A2

L'attesa è finita. Dopo il lunghissimo stop a causa dell'emergenza Covid, che ha fermato sul più bello il campionato 2019-2020 di volley, la prima squadra della Lpm Bam Mondovì (iscritta per il quinto anno consecutivo alla serie A2) mercoledì 5 agosto ha iniziato la preparazione fisica in vista della prossima stagione, che inizierà a metà settembre. L'intera rosa, profondamente rivoluzionata rispetto all'anno scorso, si è quindi radunata al PalaManera, agli ordini del confermatissimo coach Davide Delmati, al quarto anno sulla panchina rossoblù. Dopo una prima giornata di allenamenti "a porte chiuse", oggi, giovedì 6 agosto, la squadra al completo ha pranzato al Ristorante "Commercio" di Norea (Roccaforte). Un evento informale, "di famiglia", andato in scena in forma ristretta a causa delle disposizioni anti Covid, al quale hanno partecipato anche i principali sponsor della squadra, alcuni giornalisti e una delegazione degli Ultras Puma. Nell'occasione, il presidente Alessandra Fissolo e il direttore sportivo Paolo Borello hanno potuto presentare ufficialmente ai media la nuova rosa. In palleggio è stata confermata l'azzurrina Francesca Scola. In banda ritroviamo anche l'altra nazionale Alice Tanase, in coppia con l'americana Lea Hardeman, che però non si è ancora potuta unire al gruppo a causa delle "lungaggini" burocratiche legate al visto sportivo per arrivare in Italia. Volto nuovo nel ruolo di opposto, affidato al bomber Veronica Taborelli. Al centro, l'inedita coppia Alessia Mazzon-Beatrice Molinaro, mentre a sostituire Silvia Agostino nel ruolo di libero è stata ingaggiata Giulia De Nardi. Completano l'organico la seconda palleggiatrice Ester Serafini, le bande Martina Bordignon e Giulia Bonifacio, il centrale Alessia Midriano e il secondo libero Simona Mandrile. Le ragazze sono apparse subito carichissime; la voglia di normalità e soprattutto di poter tornare a giocare è davvero tanta, dopo i lunghi mesi bui dell'emergenza. I tifosi non vedono l'ora di poter vedere all'opera sul campo la nuova squadra.