Mondovì: ricominciate le lezioni al Politecnico, studenti tutti in presenza

Sono cominciate oggi, lunedì 28 settembre, le lezioni del primo anno di Ingegneria al Politecnico di Mondovì. Lezioni tutte in presenza: l'Ateneo monregalese è l'unico in cui il Poli può garantire la didattica frontale, con spazi che consentono alle 58 matricole di poter stare nell'aula (a distanza e con mascherine all'ingresso) senza ricorrere alla DAD.

LEZIONI TUTTE IN PRESENZA
L’Anno accademico del Poli di Mondovì è iniziato lunedì 28 settembre, e la “piccola” Mondovì si trova ad avere un inaspettato vantaggio rispetto alla metropoli di Torino: qui le lezioni saranno tutte in presenza. «A Mondovì ci si può iscrivere al primo anno di qualunque corso di Ingegneria – spiega il responsabile della sede monregalese, il prof. Fino –, e le immatricolazioni nel 2020/21 dovrebbero crescere un poco rispetto all’anno precedente. La grande aula magna ci consente una cosa quasi unica, ovvero lezioni 100% frontali, tutte in presenza». A Torino non sarà possibile: gli studenti del Politecnico nel capoluogo dovranno turnare facendo un solo giorno di lezione in sede e gli altri a casa, a distanza e davanti al computer. I posti a Mondovì invece consentono di accogliere fino a 60-70 studenti tutti in sede. «Ovviamente abbiamo predisposto l’aula per la registrazione e trasmissione on line delle lezioni – spiega ancora il responsabile –, in caso di numeri ancora maggiori o qualora uno studente dovesse iniziare la quarantena per Covid». Quasi una rivincita del decentramento. È ragionevole ipotizzare che qualche studente possa aver scelto Mondovì anche per questo motivo? «Credo che ci sia chi possa aver fatto anche questa considerazione», aggiunge Fino.

L’ECCELLENZA: MASTER IN “INDUSTRIA 4.0”
Quest’anno, poi, il Poli a Mondovì cala un altro asso: il master in “Industria 4.0”, formazione biennale che consentirà a 21 studenti di specializzarsi in un percorso attivato direttamente in sinergia con le aziende per uno sbocco lavorativo praticamente certo. Non è un caso che Confindustria Cuneo coltivi questa partnership con la massima cura. «Sono le aziende a vagliare direttamente i curricula degli aspiranti frequentatori del master – ci spiega il prof. Fino – e a esprimersi sui candidati, in base alle posizioni disponibili presso le loro sedi. Hanno aderito 13 aziende, tutte cuneesi, per 21 posti in tutto. La formazione prevede un giorno di lezione frontale e quattro giorni di stage direttamente in azienda. Una specializzazione di altissimo livello». Tanto che le richieste sono arrivate anche dall’estero: «Gli ultimi curricula che abbiamo inserito fra i candidati erano tutti di studenti stranieri. Un grandissimo risultato per la nostra sede». Un grandissimo risultato per la città di Mondovì.