Vicoforte: Insediata la nuova giunta di Roattino

A Vicoforte si è concluso il primo Consiglio comunale del nuovo mandato di Valter Roattino. Il sindaco ha prestato giuramento ed ha voluto ringraziare gli elettori vicesi per aver accordato nuovamente fiducia al suo gruppo di lavoro che, ha sottolineato, è profondamente rinnovato. «In un momento per me particolare di soddisfazione ed emozione, desidero rivolgere un ringraziamento particolare a mio padre - ha detto - il gruppo consiliare è rinnovato quasi interamente ma i nostri obiettivi sono rimasti gli stessi».

I nuovi assessori della giunta sono Roberto Botto, vicesindaco e assessore con deleghe al  Bilancio, Tributi, Patrimonio, Protezione Civile, Ambiente, Sport

-Eraldo Prette, con deleghe alla viabilità, Agricoltura, Verde Pubblico

Lucia Polleri, con deleghe all'istruzione, alla formazione professionale, alle deleghe sociali, alla sanità e alle pari opportunità.

Infine, Marzia Danna, assessore alle politiche giovanili, turismo, cultura, commercio, artigianato. Si tratta dell'assessore più giovane a Vicoforte, con i suoi 19 anni.

Gli assessori sono coadiuvati da Guido Olivero, Giovanni Badino, Daniela Murazzano e Romina Barattero. Tutte le deleghe non assegnate sono in carico al sindaco.

 

Alla commissione elettorale sono stati eletti Romina Barattero, Guido Olivero e Sebastiano Massa. Tra i membri supplenti invece sono stati eletti Andrea Beccaria, Daniela Murazzano e Giovanni Badino.

È stata designata capogruppo consiliare Daniela Murazzano, mentre Gian Pietro Gasco e Umberto Bonelli sono i capogruppi dei rispettivi gruppi consiliari.

In ultimo, i consiglieri di opposizione hanno preso la parola: Gasco e Massa sono intervenuti con particolare durezza nei confronti dell'Amministrazione Roattino, criticandone in particolare l'autoreferenzialità e l'atteggiamento generale e auspicando un sostanziale cambio di rotta.

Umberto Bonelli, nel suo intervento, ha manifestato il proposito di fare un'opposizione puntuale e preparata, porgendo le proprie scuse per uno sfogo su Facebook eccessivo nei confronti del sindaco, a fine campagna elettorale. Campagna in cui, ha sottolineato, non sono mancati attacchi personali nei suoi confronti.

Andrea Beccaria ha stigmatizzato l'uso, durante la campagna elettorale, da parte del gruppo di maggioranza della parola "Vicesi Doc" sottolineando come la popolazione di Vicoforte sia cresciuta molto e non sia opportuno discriminare l'apporto di tante famiglie arrivate in paese in questi anni. Il sindaco ha annunciato, prima di chiudere la seduta, un nuovo Consiglio comunale entro al fine del mese.