Volley: Puma devastante, Roma va ko sul 3-1

Vittoria importantissima per la Lpm Bam Mondovì, che supera con una prova esaltante una delle formazioni più attrezzate della serie A2

Foto di Guido Peirone

Prima partita a porte "semi aperte" della stagione per la Lpm Bam Mondovì, che al PalaManera ospita la corazzata Roma al cospetto di quasi 200 spettatori, massimo consentito dalle recenti disposizioni anti-Covid. Dopo un turno di "stop" a causa del rinvio della sfida con il Club Italia di domenica scorsa, per gli impegni con la nazionale Under 17 delle ragazze azzurre, il Puma torna quindi finalmente sul campo, al cospetto di una delle formazioni più attrezzate della serie A2. La società capitolina infatti, tra le cui fila milita la ex pumina Sofia Rebora, in estate si è rinforzata parecchio e ora la squadra sembra accreditata per soggiornare a lungo ai posti altissimi della classifica.

Per contrastare le forza d'urto delle romane, il coach monregalese Davide Delmati presenta sul taraflex dal primo minuto lo starting six ideale, con Scola e Taborelli sulla diagonale, Hardeman e Tanase in banda, Molinaro e Mazzon al centro e De Nardi libero.

Sulla spinta degli Ultras Puma, finalmente di nuovo presenti sugli spalti, la sfida si apre con il vantaggio del Puma, grazie all'ace di Taborelli per il 4-3 e al mani-out di Tanase, che vale il 7-5. Nelle difficoltà Roma però reagisce con lucidità e, complice qualche imprecisione delle locali, pareggia il conto per poi completare e allungare sul 7-12 (punto firmato da Cogliandro direttamente in battuta). La Lpm Bam deve rincorrere, ma non riesce ad organizzare una risposta convincente, così Roma vede la strada tutta in discesa e arriva sul 10-17 in scioltezza, sfruttando l'ottimo primo tempo di Rebora. Coach Delmati chiama il time-out nel tentativo di invertire il trend negativo e il Puma alza finalmente il ritmo, tornando a farsi sotto con Hardeman, Taborelli e Mazzon (14-17). Il buon momento della Lpm Bam prosegue e il Puma accorcia ancora 16-18 con Hardeman a muro. Roma inserisce Diop e Purashaj (in palleggio), ma Mondovì non molla, si affida al braccio di Taborelli e raggiunge il 21 pari, tornando in corsa dopo una rincorsa esaltante. Il muro delle rossoblù porta al sorpasso sul 22-21. Sul finale si lotta su ogni pallone, fino all'errore in attacco di Rebora, che consegna il 25-23 alle padrone di casa.

Nel secondo set, parte meglio Roma che va sull'1-5 con l'ace di Adelusi e l'errore in attacco di Tanase. Il muro di Hardeman comunque (5-6) riporta le locali in corsa, poi Tanase fa 8 pari e il muro Molinaro-Tanase porta al 12-10. Il buon momento complessivo continua e Molinaro e Hardeman salgono in cattedra, mettendo a terra anche il 16-12 (da segnalare due recuperi difensivi perdetti di De Nardi, che permette la pronta rigiocata). Scola trova l'intesa giusta con le attaccanti di palla alta e Hardeman affonda il colpo con disarmante facilità, portando Mondovì sul 18-15. Roma però non si arrende, sfrutta le difficoltà di Tanase in ricezione, pareggia ancora una volta il conto (18-18) e torna avanti 19-18, con Diop. Il finale comunque è tutto rossoblù. Mazzon a muro fa 19 pari e poco dopo sigla anche il 19-21 al servizio, subito imitata da Taborelli in attacco (22-19). Il 23-20 porta la firma di Tanase, l'ace di Taborelli fa 24-20 e Molinaro fissa il 25-21 che vale il momentaneo doppio vantaggio nel conto set.

Terzo game equilibrato nelle prime battute: a Cogliandro risponde Taborelli, per il 7 pari. La stessa Taborelli continua a "picchiare duro", sostenuta da Molinaro che mette a segno il 10-9, poi però Roma rialza la testa e si porta 11-13 con Cogliandro. Taborelli tiene il Puma in corsa (13-14), il 16 pari porta la firma di Tanase, mentre Molinaro fa 17-17. A questo punto Roma trova la forza di allungare, limita gli errori, difende ogni pallone e vola 17-20 con Adelusi. A rinforzare la seconda linea monregalese entra Bordignon nel "giro dietro". Mondovì reagisce e torna a farsi sotto sul 21-22 con Hardeman, ma questa volta l'ultima parola spetta alle ospiti: bordata vincente di Papa e 21-25 che permette alle capitoline di accorciare le distanze.

La quarta frazione inizia nel migliore dei modi per le locali, con Tanase che prima fa 2-0 e subito dopo si ripete, per il 5-1. Roma torna in corsa sul 7-7, ma Hardeman riporta il Puma avanti (10-8) e Taborelli allunga 14-9. Le ospiti alzano il ritmo e difendono alla perfezione, ma Tanase trova lo spiraglio giusto per il 15-11, subito imitata da Molinaro e da Hardeman che portano il punteggio sul 17-13. Taborelli si conferma bomber di razza e mette a terra il 20-16. Tanase affonda il colpo del 21-18, Taborelli fa 23-20, ancora Tanase piazza il 24-21 e Hardeman mette giù il 25-21 che decreta una grande vittoria per il Puma! Finisce l'imbattibilità di Roma dopo tre successi consecutivi. La Lpm Bam è in crescita, il rendimento migliora di partita in partita.

LPM BAM MONDOVI' - ACQUA & SAPONE ROMA VOLLEY CLUB 3-1 (25-23 25-21 21-25 25-22)

LPM BAM MONDOVI': Tanase 19, Mazzon 5, Taborelli 27, Hardeman 12, Molinaro 10, Scola, De Nardi (L), Bordignon, Bonifacio. Non entrate: Serafini, Midriano, Mandrile. All. Delmati.

ACQUA & SAPONE ROMA VOLLEY CLUB: Papa 13, Rebora 9, Adelusi 11, Arciprete 10, Cogliandro 8, Guiducci 1, Spirito (L), Diop 5, Consoli 3, Purashaj. Non entrate: Bucci, Giugovaz. All. Cristofani.

ARBITRI: Brunelli, Di Bari. NOTE - Durata set: 25', 25', 26', 27'; Tot: 103'.