Piozzo: una zucca gigante diventa testimonial della campagna Lilt

L'idea è di Anna Tognella, moglie del sindaco, per sostenere la prevenzione del tumore al seno. Franco Alessandria ha dipinto di rosa la maxi zucca di Andrea Bertone

A Piozzo la zucca non può essere soltanto un semplice ortaggio. Dopo aver visto, in questi anni, l’ormai famosa cucurbitacea tipica del paese nelle vesti più disparate, l’ultima idea, davvero bellissima, arriva dalla signora Anna Tognella, moglie del sindaco Antonio Acconciaioco, che ha pensato alla zucca come testimonial d’eccezione per la campagna della Lilt sulla prevenzione del tumore al seno. La maxi zucca verde del produttore e assessore fariglianese Andrea Bertone, arrivata seconda tra i giganti della Fiera di Foiano della Chiana, è così diventata un simbolo per la lotta contro la malattia. La zucca da 308 chili, donata da Andrea alla comunità, è stata dipinta in questi giorni dall’artista piozzese Franco Alessandria, che l’ha “vestita” completamente di rosa per l’occasione. «La zucca verrà posizionata nei prossimi giorni nell’area delle “panchine del rispetto”, vicino alla fontana, sulla piazza principale – spiega Anna –. L’idea “mette insieme” il frutto tipico del paese, con l’arte di Franco e con la bravura nella coltivazione di Andrea, che ringrazio di cuore. È importante fare prevenzione per il tumore al seno, perché prevenire è molto meglio che curare. Quando la zucca sarà posizionata distribuiremo anche opuscoli sul tema, alle donne presenti. Il momento inoltre è particolarmente delicato. Per le ragazze dai 18 ai 45 anni la Lilt infatti sta ricevendo moltissime prenotazioni, ma le visite vanno a rilento perché si tratta di prestazioni gratuite e i medici spesso ovviamente devono dare la precedenza all’emergenza sanitaria in corso. Per le donne dopo i 45 anni invece c’è la “Prevenzione serena” altro servizio gratuito davvero molto utile ma ancora poco “sfruttato”. È importante fa conoscere sempre di più queste opportunità».