Volley: il Vbc Mondovì torna in campo, ma saluta il palleggiatore Macias

Notizie belle solo a metà per i biancoblù. Domenica al PalaManera si gioca contro Santa Croce, ma il regista cubano ha lasciato il gruppo per tornare in patria. Due titolari inoltre non sono ancora negativi al tampone di controllo

Notizie buone soltanto a metà per il Vbc Synergy Mondovì. La squadra del presidente Augustoni infatti domenica 15 novembre potrà finalmente tornare in campo (fischio d'inizio alle 18 al PalaManera contro Santa Croce), dopo due settimane di stop, ma dovrà subito fare i conti con assenze importanti. I tamponi di controllo da Covid hanno infatti dato esito negativo per gran parte del gruppo, ma resta l'incertezza sulla situazione di due titolari, non ancora risultati negativi. A complicare le cose si aggiunge anche la decisione del palleggiatore cubano Leandro Macias Infante, che ha chiesto di fare ritorno in patria per motivi strettamente personali e famigliari. La società lo ha accontentato e ora sta valutando eventuali opzioni sul mercato. La sfida contro Santa Croce si giocherà a porte chiuse, come previsto dalle attuali disposizioni anti Covid. «Per noi è bello tornare in campo – commenta il centrale Alberto Marra, ex della partita – per me, in particolare, sarà un’emozione fortissima giocare contro i miei ex compagni. Siamo tutti carichi, non vediamo l’ora di rifarci e dimostrare sul campo il lavoro fatto in queste settimane dopo la brutta sconfitta di Ortona, anche se ci aspetta una partita difficile».