Trinità: l’emergenza fa “saltare” la “Fera dij pocio e dij bigat”

Niente mercato in centro ed esposizioni. Il sindaco «La consegna del “Pocio d’oro” avverrà via web, per premiare chi si è tanto impegnato durante il lockdown»

A causa dell’emergenza sanitaria in corso, quest’anno non potrà essere organizzata la tradizionale “Fera dij pocio e dij bigat” di Trinità. «Vogliamo comunque ricordare quella che sarebbe stata la 16ª edizione di un appuntamento sempre molto seguito e partecipato» spiega il sindaco Ernesta Zucco. Per questo motivo, l’Amministrazione comunale ha deciso di cancellare il mercato in centro paese e le esposizioni degli anni scorsi, ma si consegnerà comunque il “Pocio d’oro”, riconoscimento che annualmente viene assegnato a chi si è particolarmente impegnato per il bene del paese. La premiazione sarà in streaming e il sindaco anticipa: «Quest’anno premieremo una persona o un’Associazione che ha avuto un ruolo importante sia nel lungo periodo di lockdown primaverile sia in questa seconda ondata. Consegneremo inoltre una pergamena a tutti i volontari, che tanto si sono prodigati, con sacrificio ed abnegazione». La cerimonia via web è fissata per sabato 28 novembre, mentre i premi verranno consegnati nei giorni successivi, direttamente a casa degli interessati. Nella settimana precedente la premiazione verranno inoltre distribuite la ricetta della marmellata di pocio ed il frutto simbolo della kermesse.

 

 

 


VUOI ESSERE SEMPRE INFORMATO?
Sì, voglio le news gratis in tempo reale - ISCRIVITI AL CANALE TELEGRAM - CLICCA QUI
Sì, voglio le top news gratis ogni settimana - ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER - CLICCA QUI