Farigliano: annullata la “Fiera dei puciu e di San Nicolao”

Annuncio del presidente della Pro loco e del sindaco: «Purtroppo siamo costretti a rinunciare. Cancellata anche la tradizionale distribuzione della “minestra degli uomini”»

L’emergenza sanitaria in atto, quest’anno ha fatto “saltare” un altro degli appuntamenti più attesi dell’autunno in Langa: la “Fiera dei puciu e di San Nicolao”, a Farigliano. La giornata di festa, prevista tradizionalmente per la prima domenica dell’ultimo mese dell’anno, quest’anno si sarebbe dovuta tenere il 6 dicembre, ma a causa del Covid l’edizione 2020 è stata annullata. «È davvero un peccato. Siamo però costretti a rimandare l’appuntamento con la nostra Fiera al prossimo anno – commenta Marita Barberis, presidente della Pro loco –. Quest’anno poi la ricorrenza sarebbe capitata proprio il 6 dicembre, giorno di San Nicola, quindi sarebbe stata una festa doppia. Purtroppo non potrà essere così. Come in molti ricorderanno, l’anno scorso la festa era andata in scena in versione “ridotta”, a causa del maltempo che aveva caratterizzato il week-end. Quest’anno che invece finora il tempo è sempre stato bello, non si potrà fare per i motivi che ormai tutti noi ben sappiamo. Siamo molto dispiaciuti, ma ci dobbiamo arrendere». Quest’anno quindi niente mercato di prodotti tipici in centro paese, così come niente “minestra degli uomini”, la sostanziosa zuppa di verdure che viene preparata esclusivamente dagli uomini del paese, che si alternano per tutta la notte a rimestare nel grande pentolone bollente, in modo da poterla poi servire il mattino della Fiera. «La minestra “da asporto” poteva essere un’alternativa – conclude Marita Barberis –, ma questa opzione non è stata presa in considerazione della Pro loco, perché sarebbe stato troppo complicato gestire la coda di persone in fila ed evitare il rischio che si formassero assembramenti». Il sindaco Ivano Airaldi aggiunge: «Con grande dispiacere, purtroppo dobbiamo rinunciare all’evento. Ovviamente conosciamo benissimo la situazione sanitaria attuale e appoggiamo in pieno le disposizioni del Dpcm. Ci auguriamo, per il prossimo anno, di poter riproporre le nostre due manifestazioni principali: la “Fiera dei puciu” e la “Festa del bon vin”».

 

 


VUOI ESSERE SEMPRE INFORMATO?
Sì, voglio le news gratis in tempo reale - ISCRIVITI AL CANALE TELEGRAM - CLICCA QUI
Sì, voglio le top news gratis ogni settimana - ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER - CLICCA QUI