V per Vendetta/Una spinta al primo tassello

"Ricorda sempre il 5 novembre!" V per Vendetta concludeva la sua storia il 5 novembre 2020. Il Culture Club 51 celebra il cult con un approfondimento

Dietro l’approdo del fumetto firmato Moore/Lloyd su grande schermo troviamo gli ex fratelli Wachowski, punti di riferimento del panorama cinematografico di inizio millennio, che, reduci dal successo nella fantascienza distopica con Matrix, decisero di portare avanti una produzione nuovamente ispirata dalle tematiche del 1984 di Orwell. La vicenda, ambientata partendo dal 2019, ci permette, come molta fantascienza del ‘900, di renderci testimoni delle previsioni dei suoi autori, vista la sua data di conclusione, il 5 novembre 2020. La data non fu scelta casualmente, è la medesima dell’attacco dinamitardo alla Camera dei Lord avvenuto nel 1605, ideato tra gli altri da Guy Fawkes; volto divenuto maschera iconica, qui ripresa dal vendicatore V, protagonista del fumetto e del film. Il 5, espresso in numeri romani V, è alla base di un’infinità di riferimenti presenti nella storia, e fonte di continui giochi di parole, con cui il Vendicatore si burla dei funzionari del regime totalitario che sta opprimendo l’Inghilterra di questo futuro distopico. Usando come emblema il ghigno della maschera di Fawkes, V giostra un dettagliato meccanismo, orchestrando eclatanti e violenti atti dimostrativi allo scopo di destabilizzare il Governo dittatoriale, e rendere i cittadini consapevoli e attivi nel reclamare la propria libertà. Un’escalation che parte dai bigliettini nascosti nei muri fino ad arrivare alla clamorosa esplosione del Parlamento. Un effetto domino, mostrato metaforicamente nella sequenza più potente del film, dove V è l’ispiratore, colui che spinge il primo tassello dando il via a un inesorabile processo d’insurrezione che avrà per protagonista il popolo. Il finale, riservato al “fuoco d’artificio” e alla massa di maschere di Fawkes, ha il respiro di una grande liberazione, tenendosi su una linea più positiva rispetto al pensiero originale di Moore. La pellicola, oltre ad essere una trasposizione di qualità, ha dato nuova linfa a una storia cult, permettendogli di raggiungere una platea estesissima. Dopo l’uscita del film la maschera di Fawkes tornerà di moda come emblema del dissenso.

V per Vendetta/Fumetto che va consumato freddo

V per Vendetta/Sympathy for the Devil