In quattro ottengono il reddito di cittadinanza, “omettendo” però di dichiarare il loro patrimonio

Dai controlli della Guardia di Finanza della "Granda": benefici indebitamente percepiti di 20.000 euro. Sono stati denunciati

Avevano richiesto il reddito di cittadinanza "dimenticandosi" però di dichiarare, in tutto o in parte, il loro reddito o patrimonio. «Un comportamento che ha permesso loro di avere, falsamente, i requisiti necessari per accedere alle suddette misure di sostegno», fanno sapere le Fiamme Gialle della Compagnia di Cuneo e della Tenenza di Fossano. «Al termine dei controlli in quattro sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria quattro responsabili ed è stato accertato che l’importo complessivo dei benefici indebitamente percepiti ammonta complessivamente a circa 20.000 euro. Le indagini sono tutt’ora in corso su altri soggetti».

L'operazione rientra nell’ambito delle attività di presidio e vigilanza finalizzate all’individuazione di eventuali indebite percezioni del noto “Reddito di Cittadinanza”,  procedendo specifici ed accurati controlli sulle istanze presentate al locale Ufficio Provinciale dell’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale (INPS).

Il Reddito o Pensione di Cittadinanza mira a sostenere misure di politica attiva del lavoro e di contrasto alla povertà, alla disuguaglianza e all'esclusione sociale, finalizzato ad integrare i redditi familiari, allo scopo di consentire il possibile reinserimento lavorativo e sociale.