Emergenza Covid: il presepe vivente di Dogliani si farà, ma “a porte chiuse”

Decisione della Pro loco, per non interrompere una tradizione lunga quasi 50 anni. Si scende da 350 a soli 15 figuranti. L’evento sarà raccontato sui social, con video e fotografie

La pandemia “piega”, ma non riesce a spezzare la lunga tradizione del presepe vivente di Dogliani. Gli organizzatori della Pro loco Castello annunciano infatti che la sempre attesissima rappresentazione natalizia si terrà anche quest’anno, seppur con una serie di modifiche sostanziali, dettate purtroppo dall’emergenza sanitaria in corso. Per quella che sarà la 46ª edizione di uno degli appuntamenti di fine anno più longevi del Cuneese si è deciso di puntare su una formula “a porte chiuse”, che consentirà comunque al folto pubblico di appassionati di poter godere dello spettacolo a distanza, tramite video e foto che verranno trasmesse sui social network. «Per forza di cose, quello di quest’anno sarà un presepe “particolare” – ci spiega Roberto Valletti –. Dai 350 figuranti delle passate edizioni si scenderà infatti, in un solo colpo, a 15 personaggi. Nelle vesti di rievocatori infatti ci saremmo solamente noi, del direttivo della Pro loco. Allestiremo il presepe all’aperto, nella zona di Castello e sarà un’edizione “a porte chiuse”, senza la presenza del pubblico. L’impostazione, per forza di cose, è molto differente da quella tradizionale, che abbiamo sempre visto negli anni scorsi. Abbiamo però reinventato la formula dell’evento, per non interrompere una tradizione ormai consolidata, che va avanti da quasi 50 anni». Esterni alla Pro loco saranno solamente i componenti della Sacra Famiglia. I nomi non sono ancora stati resi noti, ma possiamo anticipare che quest’anno nei panni di Gesù, Maria e Giuseppe vedremo i componenti di un nucleo famigliare reale, per eliminare il problema del distanziamento, se i diversi interpreti invece non dovessero essere congiunti. I contributi audio-video e le foto realizzate durante il presepe verranno pubblicate sulla pagina Facebook della Pro loco, molto probabilmente il giorno della vigilia di Natale.

mondovì times square new york

LE BELLEZZE DI MONDOVÌ SUI MEGASCHERMI DI TIMES SQUARE A NEW YORK

L'Unione Monregalese ha fatto proiettare le bellezze di Mondovì in Times Square a New York: grazie a Pixel Star di TSX Ieri, mercoledì 21 febbraio, sui megaschermi di Times Square a News York, alle 17,15...

Il sindaco di Dogliani: «Dicono che non mi ricandido? Nessuno può parlare per me»

In vista delle prossime elezioni comunali, si “accende” il clima a Dogliani. Il sindaco Ugo Arnulfo, venuto a conoscenza di alcune voci che starebbero circolando sul suo conto in paese, interviene per fare chiarezza:...

Politecnico, ieri il rettore nella sede di Mondovì – L’INTERVENTO IN CONSIGLIO

Al pomeriggio la visita nella sede universitaria monregalese, la sera la relazione in Consiglio. «Una sede notevole - commenta il rettore, prof. Corgnati -, su cui sicuramente ha senso investire». Qui il video dell'intervento in...

Vicoforte: addio all’ex maestra Annina Strocco

A Vicoforte sono in tanti a ricordarla con affetto, a sentire un debito di riconoscenza nei suoi confronti. Annina Strocco, detta anche Nina, è stata una delle storiche maestre del paese: aveva insegnato a...

Due anni di guerra: dagli ucraini un grazie agli amici di Ceva

Sono passati due anni dall’inizio della guerra in Ucraina, e anche Ceva all’epoca si adoperò fattivamente per l’accoglienza e per agevolare le pratiche per far giungere in città parenti e amici in fuga dai...