La “Champions League” della Fiera del Bue grasso al “fuoriclasse” Natale Manzo

Alla sua quarantacinquesima Fiera e dopo innumerevoli successi, lo specialista Natale Manzo vince il premio nostrani e la coppa Banca Alpi Marittime. Tutto grazie a "Balin", il fiore all'occhiello dell'azienda agricola San Quirico di Rocca de' Baldi.

Sotto l'ala Borsarelli di Carrù va in scena una manifestazione senza pubblico: 29 i buoi, 65 i capi totali. Ecco i vincitori delle tre categorie principe. Bue grasso della coscia: Luigi Vallino di Marene, Bue grasso migliorato: Andrea Migliore di Caraglio. Bue grasso nostrano: Azienda san Quirico di Rocca de baldi (Natale Manzo). Premio Bravom. Roberto Delsoglio.

Il record di sempre: "Trono" è il più pesante della Fiera

Il bue Trono, di 6 anni e mezzo, è il più pesante della storia della Fiera di Carrù. 1.582 kg di peso per lo splendido gigante bianco allevato da Luigi Vallino di Marene.

Fiera del Bue grasso 2020, le classifiche

Bue grasso della coscia. 1) Luigi Vallino di Marene, con il bue "Poli" (di ben 8 anni). 2) Luigi Vallino di Marene. 3) Giovanni Battista Lisa di Riva presso Chieri.

Bue grasso migliorato. 1) Andrea Migliore di Caraglio, con il bue "Zeus". 2) Andrea Migliore. 3) Giovanni Rocca di Carrù

Bue grasso nostrano. 1) Azienda San Quirico di Rocca de'Baldi, allevatore Natale Manzo con il bue "Balin". 2) Giovanni Canis di Monchiero 3) Golè Pietro e figli di Centallo

Manzi grassi della coscia. 1) Anna Maria Ferreri Cervere

Manzi grassi. 1) Az. San Quirico Rocca de' Baldi

Manzi grassi nostrani. 1) Lorenzo e Giovanni Battista Magliano di Magliano Alpi

Vitelli castrati. 1) Andrea Migliore di Caraglio